Diritti inalienabili

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 16 Ott - 20:17

Settott, pernsi che se la coppietta di polacchi a rimini se la sarebbero inculata lo stesso se avesse avuto con sè un ferro?

Su rispondi che la domanda è semplice (occhio però: senza divagare, o sí o no, senza ma e se)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 16 Ott - 22:57

Il baciabanchi Rasputin ha scritto:


- sarai deluso, perché là ci sono solo le tue di scemenze, ed un bel po' anche. Però deciditi: o non ti interessano, o provi una raccapricciante  attrazione rockband
Su cosa devo decidermi? Ma veramente fai? Riesci a leggere e capire il senso delle proposizioni?
Non ho voglia di perdere tempo a googolare le tue minchiate, se tu avessi voluto dire cosa era il portasale friggitorino spagnolo o quella minchiata di cui hai parlato, l'avresti fatto senza tanti giochi di prestigio, ma sarà una cazzata come tutte le altre.
Il chè non esclude minimamente che non abbia tempo da perdere a notare gli aspetti patologici del tuo disquisire in un post. Cosa non capisci ancora?
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 16 Ott - 23:02

Rasputin ha scritto:Settott, pernsi che se la coppietta di polacchi a rimini se la sarebbero inculata lo stesso se avesse avuto con sè un ferro?

Su rispondi che la domanda è semplice (occhio però: senza divagare, o sí o no, senza ma e se)

Con buona probabilità - a meno che il tizio non fosse un altro dei suddetti matti-guerra e invece di passare la serata in spaiggia a vedere le stelle e ascoltare il mare l'avesse passata a fare le guardie armate, nel qual caso la sua vita sarebbe stata già sufficientemente triste e probabilmente già rovinata dalla sua arma da fuoco per errore - sarebbe finita molto peggio. Cioè non solo botte per lui e stupro per lei ma anche il morto (sempre nella coppietta) e quattro neger con una pistola in cintura (magari per scattarsi foto da condividere con gli amici per far vedere quanto sono machi e fighi).
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 16 Ott - 23:16

SETH OTH ha scritto:
Il baciabanchi Rasputin ha scritto:


- sarai deluso, perché là ci sono solo le tue di scemenze, ed un bel po' anche. Però deciditi: o non ti interessano, o provi una raccapricciante  attrazione rockband
Su cosa devo decidermi? Ma veramente fai? Riesci a leggere e capire il senso delle proposizioni?
Non ho voglia di perdere tempo a googolare le tue minchiate, se tu avessi voluto dire cosa era il portasale friggitorino spagnolo o quella minchiata di cui hai parlato, l'avresti fatto senza tanti giochi di prestigio, ma sarà una cazzata come tutte le altre.
Il chè non esclude minimamente che non abbia tempo da perdere a notare gli aspetti patologici del tuo disquisire in un post. Cosa non capisci ancora?


Non ho voglia di perdere tempo a leggere le tue minchiate, se tu avessi voluto capire cosa era il portasale friggitorino spagnolo o quella minchiata di cui ho parlato, l'avresti fatto senza tanti sfottò, ma sarà una cazzata come tutte le altre.
Il chè non esclude minimamente che non abbia tempo da perdere a notare gli aspetti patologici del tuo disquisire in un post. Cosa non capisci ancora?



SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:Settott, pernsi che se la coppietta di polacchi a rimini se la sarebbero inculata lo stesso se avesse avuto con sè un ferro?

Su rispondi che la domanda è semplice (occhio però: senza divagare, o sí o no, senza ma e se)

Con buona probabilità - a meno che il tizio non fosse un altro dei suddetti matti-guerra e invece di passare la serata in spaiggia a vedere le stelle e ascoltare il mare l'avesse passata a fare le guardie armate, nel qual caso la sua vita sarebbe stata già sufficientemente triste e probabilmente già rovinata dalla sua arma da fuoco per errore - sarebbe finita molto peggio. Cioè non solo botte per lui e stupro per lei ma anche il morto (sempre nella coppietta) e quattro neger con una pistola in cintura (magari per scattarsi foto da condividere con gli amici per far vedere quanto sono machi e fighi).

Questo delirio me lo incornicio. Vuol dire sí o no?

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 16 Ott - 23:58

Rasputin ha scritto:
Non ho voglia di perdere tempo a leggere le tue minchiate, se tu avessi voluto capire cosa era il portasale friggitorino spagnolo o quella minchiata di cui ho parlato, l'avresti fatto senza tanti sfottò, ma sarà una cazzata come tutte le altre.
Il chè non esclude minimamente che non abbia tempo da perdere a notare gli aspetti patologici del tuo disquisire in un post. Cosa non capisci ancora?
Questa frase non ha alcun significato se non quello di una arrampicata sugli specchi. Da parte mia non v'è nulla da capire, sei tu quello che non capisce, ricordatelo.
Cambiare due o tre parole a caso in una mia frase non la rende un'argomentazione rovesciata ma una sciocca bambinata.



SETH OTH ha scritto:Questo delirio me lo incornicio. Vuol dire sí o no?
CVD. Non riesci a capire neanche il senso di quello che uno scrive. Meglio se torni a pregare.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mar 17 Ott - 1:45

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:
Non ho voglia di perdere tempo a leggere le tue minchiate, se tu avessi voluto capire cosa era il portasale friggitorino spagnolo o quella minchiata di cui ho parlato, l'avresti fatto senza tanti sfottò, ma sarà una cazzata come tutte le altre.
Il chè non esclude minimamente che non abbia tempo da perdere a notare gli aspetti patologici del tuo disquisire in un post. Cosa non capisci ancora?

SETH OTH ha scritto:Questa frase non ha alcun significato se non quello di una arrampicata sugli specchi. Da parte mia non v'è nulla da capire, sei tu quello che non capisce, ricordatelo.
Cambiare due o tre parole a caso in una mia frase non la rende un'argomentazione rovesciata ma una sciocca bambinata.

La frase è tua, non te lo dimenticare. Cambiare due o tre parole, non certo a caso, in una tua frase, non la rende meno tua; ergo, concordo sul grassettato  moon



Rasputin ha scritto:Questo delirio me lo incornicio. Vuol dire sí o no?
SETH OTH ha scritto:CVD. Non riesci a capire neanche il senso di quello che uno scrive. Meglio se torni a pregare.

QED, si chiama. No, capirei il senso se come da dizionario ad una domanda che presuppone un sí od un no si rispondesse sí o no.

Ergo, chi non riesce a capire neanche il senso di quello che uno scrive temo sia tu.

Ri pro via mo:

Settott, pernsi che se la coppietta di polacchi a rimini se la sarebbero inculata lo stesso se avesse avuto con sè un ferro?

Su rispondi che la domanda è semplice (occhio però: senza divagare, o sí o no, senza ma e se) Royales


Ultima modifica di Rasputin il Mar 17 Ott - 10:41, modificato 1 volta

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mar 17 Ott - 2:41

Se non capisci l'italiano problemi tuoi, io t'ho risposto.
Ah poi magari se impari a quotare magari ci evitiamo un po' di casino che già ne spammi abbomba.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mar 17 Ott - 10:44

SETH OTH ha scritto:Se non capisci l'italiano problemi tuoi, io t'ho risposto.
Ah poi magari se impari a quotare magari ci evitiamo un po' di casino che già ne spammi abbomba.

Non vedo dove mi hai risposto, era una semplice domanda da sí o no (chi è che non capisce l'italiano?)

poi oh, il quote l'ho editato e se copincollando quello che scrivi ne risulta spammaggio "abbomba" (con buona pace dell'italiano) mica è colpa mia eh ahahahahahah

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mar 17 Ott - 14:41

Rasputin ha scritto:Non vedo dove mi hai risposto, era una semplice domanda da sí o no
CVD.

(chi è che non capisce l'italiano?)
Tu.

poi oh, il quote l'ho editato e se copincollando quello che scrivi ne risulta spammaggio "abbomba" (con buona pace dell'italiano) mica è colpa mia eh ahahahahahah
Edit dopo nove ore (cosa che ovviamente un normale utente non può fare, così, en passant) e sei riuscito a rifare uno schifo da incorniciare ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mar 17 Ott - 16:49

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:Non vedo dove mi hai risposto, era una semplice domanda da sí o no
CVD.

(chi è che non capisce l'italiano?)
Tu.

poi oh, il quote l'ho editato e se copincollando quello che scrivi ne risulta spammaggio "abbomba" (con buona pace dell'italiano) mica è colpa mia eh ahahahahahah
Edit dopo nove ore (cosa che ovviamente un normale utente non può fare, così, en passant) e sei riuscito a rifare uno schifo da incorniciare ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah  

- o rispondi si o no o chi non capisce l'italiano sei tu

- ringrazia che io posso editare anche fuori tempo massimo, altrimenti la scorrettezza sarebbe rimasta.

copincollo qui lo "schifo da incorniciare":

settott, in un accesso misto di frustrazione e buonismo ipocrita ha scritto:Con buona probabilità - a meno che il tizio non fosse un altro dei suddetti matti-guerra e invece di passare la serata in spaiggia a vedere le stelle e ascoltare il mare l'avesse passata a fare le guardie armate, nel qual caso la sua vita sarebbe stata già sufficientemente triste e probabilmente già rovinata dalla sua arma da fuoco per errore - sarebbe finita molto peggio. Cioè non solo botte per lui e stupro per lei ma anche il morto (sempre nella coppietta) e quattro neger con una pistola in cintura (magari per scattarsi foto da condividere con gli amici per far vedere quanto sono machi e fighi).

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mar 17 Ott - 23:35

Don Rasputin ha scritto:- o rispondi si o no o chi non capisce l'italiano sei tu
Non c'è nessun aut aut, mi spiace. L'analfabeta funzionale che non capisce quello che legge sei e resti tu. Non sei tu a scegliere se devo rispondere a crocette o articolando la risposta, se non capisci è un tuo problema.

- ringrazia che io posso editare anche fuori tempo massimo, altrimenti la scorrettezza sarebbe rimasta.
Grazie. Lo schifo è ancora là. Io non ho mai detto quelle cose.

copincollo qui lo "schifo da incorniciare":

settott, in un accesso misto di frustrazione e buonismo ipocrita ha scritto:Con buona probabilità - a meno che il tizio non fosse un altro dei suddetti matti-guerra e invece di passare la serata in spaiggia a vedere le stelle e ascoltare il mare l'avesse passata a fare le guardie armate, nel qual caso la sua vita sarebbe stata già sufficientemente triste e probabilmente già rovinata dalla sua arma da fuoco per errore - sarebbe finita molto peggio. Cioè non solo botte per lui e stupro per lei ma anche il morto (sempre nella coppietta) e quattro neger con una pistola in cintura (magari per scattarsi foto da condividere con gli amici per far vedere quanto sono machi e fighi).
Lo stai rifacendo, attribuire al tuo interlocutore i tuoi problemi. Sorry, se non capisci è un tuo problema.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 18 Ott - 10:12

SETH OTH ha scritto:
Don Rasputin ha scritto:- o rispondi si o no o chi non capisce l'italiano sei tu
Non c'è nessun aut aut, mi spiace. L'analfabeta funzionale che non capisce quello che legge sei e resti tu. Non sei tu a scegliere se devo rispondere a crocette o articolando la risposta, se non capisci è un tuo problema.

- ringrazia che io posso editare anche fuori tempo massimo, altrimenti la scorrettezza sarebbe rimasta.
Grazie. Lo schifo è ancora là. Io non ho mai detto quelle cose.

copincollo qui lo "schifo da incorniciare":

settott, in un accesso misto di frustrazione e buonismo ipocrita ha scritto:Con buona probabilità - a meno che il tizio non fosse un altro dei suddetti matti-guerra e invece di passare la serata in spaiggia a vedere le stelle e ascoltare il mare l'avesse passata a fare le guardie armate, nel qual caso la sua vita sarebbe stata già sufficientemente triste e probabilmente già rovinata dalla sua arma da fuoco per errore - sarebbe finita molto peggio. Cioè non solo botte per lui e stupro per lei ma anche il morto (sempre nella coppietta) e quattro neger con una pistola in cintura (magari per scattarsi foto da condividere con gli amici per far vedere quanto sono machi e fighi).
Lo stai rifacendo, attribuire al tuo interlocutore i tuoi problemi. Sorry, se non capisci è un tuo problema.

Non capisco cosa ci vuole (a partire dai 3 anni di età) a rispondere con un sí o con un no ad una domanda che pone come possibili alternative sí o no (a menoche uno non voglia pararsi il culo sempre e comunque come mix e risponda sempre d-i-p-e-n-d-e a disco rotto)

Ma tu vai oltre, ti produci sul tuo personalissimo pianeta in un delirio di serate ad ascoltare il mare e guardie armate, farneticando oltre di vite rovinate ed armi sottratte, per concludere poi accusando gli altri di attribuire a te i loro problemi (quali problemi)?

Ti notifico inoltre che da oltre 20 anni lavoro occasionalmente - in media una decina di volte l'anno - come interprete per la polizia, questura locale ed anche tribunale, e nei pochi casi di cui sono a conoscenza i teppisti di turno se la sono data a gambe alla sola vista dell'arma.

Ah, non so di chi sarebbe lo schifo di cui parli dato che al momento mi limito a quotare quello che scrivi tu Royales

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 18 Ott - 16:49

Comincio col rimettere gli argomenti giusti al posto giusto, ho cancellato quello negli argomenti di settott e lo sposto "artigianalmente" (ovvero con i mezzi da utente) qui, anche perché quello di stare a sfottere inutilmente altri utenti diritto inalienabile non è, e prima o poi interviene la moderazione a dare una calmata a chi pare divertircisi (a me non ne fotte)

Seth Oth ha scritto:
Rasputin il mistico ha scritto:Qualcuno mi spieghi come posso io avere la benché minima voglia di dare una risposta articolata ad un intervento non solo infarcito di simili simpatici "stuzzichini", ma la cui scarsa sostanza consiste in una raffica di candelotti fumogeni.
Non volevo risposte articolate, speravo solo prendessi atto della banalità del non sequitur che hai messo in campo accusandomi di strumentalizzare le morti assolute\relative ma forse perfino questo era troppo difficile per te.

Il fervente credente Rasputin ha scritto:Vado OT e sintetizzo il mio pensiero: l'influsso delle leggi pertinenti al possesso ed uso di armi su criminalità, ferimenti ed ammazzamenti per arma da fuoco è, nei singoli paesi e le relative statistiche, pressoché irrilevante, specie se comparato aöll'influsso del livello di educazione socioculturale, mentalità e civiltà dei paesi stessi, che è il fattore determinante.

Vedi esempi di Svizzera e Messico; il confronto va fatto cosí perché è appunto quello socioculturale il fattore determinante.
Sì, e vai OT parlando di cose che non sai e non capisci. Non riesci a capire che differenza ci sia tra morti totali e morti relativi ad una data professione, non riesci a leggere una tabella perchè pigli fischi per fiaschi, non riesci a trovare l'Olanda perchè hanno scritto Netherlands, come può solo sfiorarti l'idea di poterci capire qualcosa in un'analisi multivariata? È ovvio che la tua risposta è di pancia ed è dettata dal fatto che avere il cannone in cintura fa figo, quindi le armi sono belle e non fanno male e dipende da chi le usa e bla bla bla... Cioè, in definitiva, FEDE.

In uno degli articoli che ti avevo chiesto di leggere a p.2 della discussione originaria (quando ancora avevo qualche fiducia nelle tue capacità di comprensione di un testo scritto) potevi trovare, ad esempio, il seguente grafico che, ad una persona in grado di capirlo, già è sufficiente per smentire la tua affermazione sull'irrilevanza delle leggi (che poi non si parlava espressamente di leggi ma di numero di armi in circolazione, aumentabile a sua volta da leggi favorevoli o permissive -vedi il paradigmatico caso USA-) :



Le tue asserzioni sul livello di educazione socioculturale rappresentano quella che in gergo chiameresti straw man fallacy. Nessuno ha mai negato che vi siano altre (e anche più pesanti) cause all'alto tasso di omicidi di una nazione. Il punto è che a parità di altri fattori (frase che, assieme a molte altre cose ti ostini a non capire) il numero di armi in circolazione è fortemente correlato all'aumento del numero di omicidi (e incidenti e suicidi). Una discussione si sarebbe potuta fare sul fatto che tale correlazione potrebbe non essere diretta ma inversa o casuale, ma non sulla sua esistenza perchè questo è un fatto. (Ad esempio mostrato nel grafico successivo a quello qui sopra postato, che hai ignorato di sana pianta perchè andava contro i tuoi dogmi di fede).
La logica che soggiace ai tuoi "ragionamenti" qui è la stessa di chi dice che il fumo non causa il cancro ai polmoni sostenendo che a Bhopal o a Chernobyl nessuno fuma e hanno più cancro.

Il paragone Svizzera Messico è invece una madornale sciocchezza di cui dovresti solo vergognarti, invece di continuare a sbandierarla tronfio come il famoso piccione. Stai appunto facendo il paragone tra Bhopal e san Moritz per dedurne che fumare non fa venire il cancro. Credulogica per l'appunto.

Peraltro, non che abbia alcuna rilevanza, ma volendo proprio tenere questo paragone per un esercizio di analisi un minimo dettagliata, come potrai facilmente verificare (anche sul sito da te e Armok portato a sostegno delle vs tesi) la legislazione sulle armi in Svizzera è catalogata come "restrittiva" (perchè, appunto, hai il fucile a casa ma le munizioni sono in caserma, non puoi girare con la canna in cintura e farti la barba - e lì controllano e ti beccano-  ...quindi no, niente coppietta al mare con la Magnum 44 in tasca neppure in Svizzera) la legislazione messicana è severa nella teoria ma di fatto rimane un pezzo di carta perchè non vi è alcun controllo e un messicano può di fatto girare armato, pertanto catalogabile come "lasca".

Naturalmente queste sono tutte cose già dette, eh. Ti sarebbe bastato leggerle la prima volta. E poi fa l'imbambolato per il fatto che lo rimandi a rileggersi la discussione.
Un paragone corretto (tassi di criminalità, ricchezza ed educazione sono simili quindi l'influenza di altre variabili si indebolisce) lo avresti potuto fare tra Giappone e Svizzera, lascio a te scoprire il risultato.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 18 Ott - 17:58

Allora, visto che ora non siamo nel thread dedicato al modo di argomentare di settott ignoro le parti che lo manifestano e mi limito a quotare nonché rispondere a quanto IT.

Per tuo sollazzo, dato che hai mostrato di gradire assai, ho rimesso in avatar la foto che pare ossessionarti tanto la menzioni (qualunque imbecille capisce che il revolver l'ho messo alla cintura per fare la divertente foto, e non che sono solito radermi armato).

settott ha scritto:il seguente grafico che, ad una persona in grado di capirlo, già è sufficiente per smentire la tua affermazione sull'irrilevanza delle leggi (che poi non si parlava espressamente di leggi ma di numero di armi in circolazione, aumentabile a sua volta da leggi favorevoli o permissive -vedi il paradigmatico caso USA-) :[...]Nessuno ha mai negato che vi siano altre (e anche più pesanti) cause all'alto tasso di omicidi di una nazione. Il punto è che a parità di altri fattori (frase che, assieme a molte altre cose ti ostini a non capire) il numero di armi in circolazione è fortemente correlato all'aumento del numero di omicidi (e incidenti e suicidi).

Modalità settott: vaneggi.

Modalità rasputin: benissimo, questo (grassettato) va dimostrato. Io ne dubito.

settott ha scritto:Il paragone Svizzera Messico è invece una madornale sciocchezza di cui dovresti solo vergognarti, invece di continuare a sbandierarla tronfio come il famoso piccione.

Modalità settott: deliri.

Modalità rasputin:

Mi spieghi perché. Si tratta di un paragone atto a mostrare che non è la severità delle leggi a fare la differenza, ma la mentalità e la cultura della popolazione.

settott ha scritto:la legislazione sulle armi in Svizzera è catalogata come "restrittiva" (perchè, appunto, hai il fucile a casa ma le munizioni sono in caserma, non puoi girare con la canna in cintura e farti la barba - e lì controllano e ti beccano-  ...quindi no, niente coppietta al mare con la Magnum 44 in tasca neppure in Svizzera) la legislazione messicana è severa nella teoria ma di fatto rimane un pezzo di carta perchè non vi è alcun controllo e un messicano può di fatto girare armato, pertanto catalogabile come "lasca".

Modalità settott: farnetichi.

Modalità rasputin:

eh no ciccio, se la legge severa va bene quando c'è il sole va bene anche quando piove. Se in Svizzeran (ammesso e non concesso che lo sia) la legge severa funziona ed in Messico no, secondo te dove sta la differenza?

Ora ti dico/chiedo io un paio di cose:

- da quando restrizioni e divieti hanno raggiunto il risultato desiderato? Lo sanno bene gli americani, che le leggi sulle armi non le cambiano perché si ricordano bene dell'ultima volta che ci hanno provato, col proibizionismo.

- Restrizioni sul possesso e circolazione non solo di armi ma di qualsiasi altra cosa hanno l'unico effetto di colpire chi possesso e circolazione li esercita legalmente, a chi lo fa illegalmente non ne può fregare di meno. Effetto collaterale, aumento di possesso e circolazione illegali.

settott ha scritto:Un paragone corretto (tassi di criminalità, ricchezza ed educazione sono simili quindi l'influenza di altre variabili si indebolisce) lo avresti potuto fare tra Giappone e Svizzera, lascio a te scoprire il risultato.

Modalità settott: straparli.

Modalità rasputin:

Ma porcamadonna, mi spieghi di grazia cosa stiamo confrontando? Il risultato di cui parli lo lascio scoprire a te (non mi interessa googlare öle tue cazzate ah ah), io sto solo sostenendo che se in un paese dove la legge è permissiva (Austria, Belgio, Repubblica ceca nonché slovacca) le cose funzionano più o meno bene ed in un altro dove la legge è severa (Messico, America Latina, ecc) la gente si spara per la strada allora il problema non è il tipo di mercanzia (ad esempio nessuno si sogna di porre restrizioni alla vendita e possesso di auto nei paesi ad alto tasso di incidenti stradali) bensí ben altro.

Quello che tu ti ostini, nel tuo ipocrita buonismo della crociata antiarmi vegetarioveganverde, è a confondere causa ed effetto: se in un paese ci sono meno morti ammazzati non necessariamente è perchè la legge sulle armi è più severa, bensí perche la GENTE - la gente, capisci - la rispetta.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Gio 19 Ott - 19:22

Rasputin ha scritto:Comincio col rimettere gli argomenti giusti al posto giusto, ho cancellato quello negli argomenti di settott e lo sposto "artigianalmente" (ovvero con i mezzi da utente) qui, anche perché quello di stare a sfottere inutilmente altri utenti diritto inalienabile non è, e prima o poi interviene la moderazione a dare una calmata a chi pare divertircisi (a me non ne fotte)
"Ho lasciato i miei interventi e tolto i tuoi spostandoli all'interno di un 'avviso' da me creato ad personam"
Fixed  Royales

Allora, visto che ora non siamo nel thread dedicato al modo di argomentare di settott ignoro le parti che lo manifestano e mi limito a quotare nonché rispondere a quanto IT.
Purtroppo invece io non posso ignorare il tuo modo di argomentare (da fervente credente)  in quanto rende impossibile un confronto serio su alcunchè.

Per tuo sollazzo, dato che hai mostrato di gradire assai, ho rimesso in avatar la foto che pare ossessionarti tanto la menzioni
Ah si, il fisico da invidia  lookaround

(qualunque imbecille capisce che il revolver l'ho messo alla cintura per fare la divertente foto, e non che sono solito radermi armato).
Ma dai? E io che credevo davvero girassi in casa in ciabatte e rivoltella!  

Modalità settott: vaneggi.
Modalità rasputin: benissimo, questo (grassettato) va dimostrato. Io ne dubito.
Ma il grafico è là appunto per dimostrarlo.  ahahahahahah
Ma se tu non sei in grado di comprenderlo è ovvio che puoi dubitarne. Così come nella famosa partita a scacchi se io ti mangio un pedone col cavallo e tu non conosci le regole puoi dubitare che io lo possa fare.

Modalità settott: deliri.
Modalità rasputin:

Mi spieghi perché. Si tratta di un paragone atto a mostrare che non è la severità delle leggi a fare la differenza, ma la mentalità e la cultura della popolazione.
Te l'ho già spiegato. Perchè non puoi leggere le cose la prima volta che uno le scrive e stracci le palle chiedendo e richiedendo la stessa ovvietà?

IL FATTO CHE ANCHE ALTRI FATTORI INFLUENZINO IL NUMERO DI MORTI NON SIGNIFICA CHE QUELLO IN ESAME NON LO INFLUENZI. Logica da prima media. Cosa non capisci ancora? Quindi per capire se molte armi in circolazione sono pericolose devi tenere fermo il resto delle variabili (da cui confronto "a parità di altri fattori") e variare solo quella che ti interessa.
SE DEVO CAPIRE SE IL FUMO FA VENIRE IL CAZZO DI CANCRO AI POLMONI LO CAPISCI CON QUEL FERMAPORTE CHE NON VA BENE CONFRONTARE LA POPOLAZIONE MINERARIA DEL KLONDIKE CON QUELLA ALPINA DEL MONTE ROSA?  

IL FATTO CHE ANCHE ALTRI FATTORI (polvere di carbone nei polmoni, ammianto delle tute, lana di vetro dei condotti)  INFLUENZINO IL NUMERO DI MORTI (per cancro) NON SIGNIFICA CHE QUELLO IN ESAME (il fumo) NON LO INFLUENZI.
Quindi devi prendere popolazioni con stesso stile di vita (per cui non vi sono altre variabili tra le palle a complicarti l'analisi) e con l'unica differenza di essere una di fumatori e una no: ecco che vedrai che il fumo fa venire il cancro. E che le molte armi in circolazione fanno salire i morti.
È banale. Lo impari in prima media. Non puoi non farcela a capirlo.

In mancanza della possibilità di isolare una sola variabile e variarla bisogna ricorrere a big data, cioè si fa in modo che in media le altre variabili si cancellino tra di loro evidenziando solo quella interessata. Quindi si prenderanno cinquecento popolazioni diverse tra cui stocasticamente capiteranno quelle che sniffano lana di vetro e fumano, quelle che sniffano e non fumano, quelle che vivono in alpeggio e fumano e quelle no etc. Si analizzerà la dipendenza dalla variabile fumo e si vedrà la tendenza di cui sopra. Così col fumo e così con le armi, ed era il grafico seguente a quello che ti ho incollato, fatto su decine di stati, grafico che avresti potuto vedere sei mesi fa quando ti ho suggerito la lettura del paper, ma no, tu hai il tuo Dio (cane) a cui rendere devozione e ti è vietato leggere e capire informazioni che contraddicano i sacri dogmi. Quin di dopo sei mesi eccoci qua con te che continui a ripetere la stessa infondata manfrina del perchè vale la pena di confrontare Messico e Svizzera.

Modalità settott: farnetichi.
Modalità rasputin:

eh no ciccio, se la legge severa va bene quando c'è il sole va bene anche quando piove. Se in Svizzeran (ammesso e non concesso che lo sia) la legge severa funziona ed in Messico no, secondo te dove sta la differenza?
Che in Svizzera la legge viene fatta applicare perchè vi è una società con un livello appena diverso di quello messicano dove la legge c'è ma se anche ci fosse scritta una canzone di Gigi D'Alessio al posto della legge sarebbe quasi la stessa cosa. Motivo per cui la legge Svizzera viene catalogata come restrittiva e quella Messicana come lasca.


Ora ti dico/chiedo io un paio di cose:
- da quando restrizioni e divieti hanno raggiunto il risultato desiderato? Lo sanno bene gli americani, che le leggi sulle armi non le cambiano perché si ricordano bene dell'ultima volta che ci hanno provato, col proibizionismo.
Da sempre. Se vengono fatte rispettare. Nei tratti di strada col tutor le velocità si riducono e calano gli incidenti. In Italia è con leggi e restrizioni che è finita la stagione dei sequestri. La popolazione ha un tasso di alfabetizzazione perchè la scuola è obbligatoria ed è fuorilegge mandare i bambini di 8 anni nei campi (poi rimane quello dell'analfabetismo di ritorno e soprattutto funzionale  ahahahahahah ), abbiamo un alto tasso di riciclo perchè c'è una legge che ci obbliga a separare l'immondizia, nel paese del fuhrer avete un minore tasso di evasione ed abusivismo perchè là evasori e costruttori vengono beccati e puniti, qui si può fare e lo fanno, etc, etc, etc...


- Restrizioni sul possesso e circolazione non solo di armi ma di qualsiasi altra cosa hanno l'unico effetto di colpire chi possesso e circolazione li esercita legalmente, a chi lo fa illegalmente non ne può fregare di meno. Effetto collaterale, aumento di possesso e circolazione illegali.
Queste sono tue affermazioni di fantasia basate, al solito, su nulla di concreto ma su come tu pensi che le cose dovrebbero stare. Smentite ovviamente dai fatti (di cui appunto puoi trovare traccia nei link già citati)

Punto primo:  Restrizioni sul possesso e circolazione delle armi hanno l'effetto di eliminare la maggiorparte degli incidenti (che sono tantissimi) dei matti-guerra convinti di essere come Steven Segal e che invece finiscono per sparare in faccia al figlio (o viceversa. Trova le differenze le differenze:
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-05-01/anni-spara-sorellina-uccide-172522.shtml?uuid=AbYRNBsH
http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2015/12/31/news/dodicenne-spara-ai-passanti-con-il-fucile-regalo-di-natale-1.12701396?refresh_ce )

Punto secondo: hanno l'effetto ridurre moltissimo le uccisioni degli omicidi "occasionali" cioè quelle persone che arrivano ad ammazzare in raptus d'ira ma che a bocce ferme non lo farebbero. Che sono la maggiorparte. Lite col vicino, sbrocco male: ho il fucile a casa, lo prendo e lo uso. Se non ce l'ho piglio il coltello o il cacciavite o il mattarello. E checchè se ne dica non c'è storia tra le due categorie. Le bocce si fermano, nel primo caso c'è il morto e la sedia elettrica nel secondo un ferito ed una denuncia per lesioni. Idem per studente frustrato ma imbevuto della cultura Callaghaniana che piglia il fucile del paparino per farsi giustizia da sè.

Punto terzo: per quanto riguarda la criminalità, ovviamente è più difficile procurarsi un'arma in un paese dove non ce ne sono. Ne risulta che il topo d'appartamento qua non gira armato, in media. La gran parte delle uccisioni del cattivo da parte del buono, in Italia, avviene col cattivo impallinato nella schiena. Perchè o non era armato o stava scappando. Tutte cose che non si verificano in un paese dove ti aspetti di trovare il proprietario di casa armato. E tu che sei a casa in codice bianco hai ben poche probabilità di spuntarla su uno che entra al mssimo dell'attenzione e pronto a scaricarti addosso, se le cose vanno male, un semiautomatico regalatogli a natale dalla banca.

Punto quarto: per quanto riguarda la criminalità organizzata (che ad es. è quella che alza il numero morti in Italia - Italia che ha un rate di omicidi comunque piuttosto basso ma non trascurabile per armi da fuoco) potrei anche cominciare a prendere in considerazione il tuo discorso, cioè che loro le armi le avrebbero comunque. Spero che tu non sia così ingenuo da poter credere che la tua pistola tenuta in cintura mentre ti fai la barba possa in qualche modo condizionare l'esito di un attentato di camorra.  

Pertanto, no. Non è quello che descrivi l'unico effetto, tutt'altro.



Modalità settott: straparli.
Modalità rasputin:
Ma porcamadonna, mi spieghi di grazia cosa stiamo confrontando? Il risultato di cui parli lo lascio scoprire a te (non mi interessa googlare öle tue cazzate ah ah), io sto solo sostenendo che se in un paese dove la legge è permissiva (Austria, Belgio, Repubblica ceca nonché slovacca) le cose funzionano più o meno bene ed in un altro dove la legge è severa (Messico, America Latina, ecc) la gente si spara per la strada allora il problema non è il tipo di mercanzia (ad esempio nessuno si sogna di porre restrizioni alla vendita e possesso di auto nei paesi ad alto tasso di incidenti stradali) bensí ben altro.
Te lo sto spiegando da sei mesi, dati alla mano. IL NUMERO DI ARMI IN CIRCOLAZIONE E LA FACILITA' DI REPERIRLE È DIRETTAMENTE CORRELATO AL TASSO DI OMICIDI. Questo è quanto. Che non vuol dire che non vi siano anche altri (e magari più incisivi) fattori che determinino l'aumento dei morti, perchè continui a paragonare Guatemala e Austria).
Se invece di sostenere le tue scelte di fede avessi avuto la decenza di documentarti ora lo sapresti. Guarda che non si fa peccato ad imparare le cose che non si sanno. L'universo non è solo dentro la tua testa. Puoi incamerare dati dalla realtà e poi vedere se le tue idee -e i tuoi desideri da piccolo Callaghan-  vi si attengono. In caso contrario puoi anche cambiarle, le idee.
Oppure puoi scegliere di continuare in modalità credino: se i dati non le confermano, si cambiano o eliminano o dimenticano i dati.

Quello che tu ti ostini, nel tuo ipocrita buonismo della crociata antiarmi vegetarioveganverde, è a confondere causa ed effetto: se in un paese ci sono meno morti ammazzati non necessariamente è perchè la legge sulle armi è più severa, bensí perche la GENTE - la gente, capisci - la rispetta.
ahahahahahah Ma checcazzo c'entra. Quali sarebbero le cause e gli effetti che confondo? Dai non usare parole di cui non conosci il significato per favore.
La domanda è molto semplice: l'alto numero di armi in circolo e la facilità di reperirle causano o no un incremento dei morti in un dato paese?
E la risposta è unica e chiara: si.
Poi si può parlare di educazione, di cinema violento, di come legiferare, di giusto o sbagliato, di selezione naturale e di vittoria del più forte, ma questo è altro.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Ven 20 Ott - 12:52

L'evangelista del proibizionismo, dicendo una balla mostruosa ha scritto:"Ho lasciato i miei interventi e tolto i tuoi spostandoli all'interno di un 'avviso' da me creato ad personam"

No. Ho semplicemente usato la normale funzione dei quote per spostare da "argomenti di settott" un intervento sulle armi che andava in questo thread, e viceversa.

settemmezz ha scritto:Purtroppo invece io non posso ignorare il tuo modo di argomentare (da fervente credente) in quanto rende impossibile un confronto serio su alcunchè.

Tipo appunto questo, che qui è OT ma lo copio per dovere di cronaca.

settemmezz ha scritto:Ma il grafico è là appunto per dimostrarlo.
Ma se tu non sei in grado di comprenderlo è ovvio che puoi dubitarne. Così come nella famosa partita a scacchi se io ti mangio un pedone col cavallo e tu non conosci le regole puoi dubitare che io lo possa fare.

Ah bene, allora io pesco un grafico che mi pare, te lo metto sotto il naso e dico, il grafico è là appunto per dimostrarlo. (Nemmeno so più di che grafico si tratta, tanto spessa è la jessicortina fumogena che ormai avvolge ambele discussioni)

settemmezz ha scritto:IL FATTO CHE ANCHE ALTRI FATTORI INFLUENZINO IL NUMERO DI MORTI NON SIGNIFICA CHE QUELLO IN ESAME NON LO INFLUENZI. Logica da prima media.

Ma mi mostri dove ho sostenuto il contrario? Ho solo detto che è irrilevante.

settemmezz ha scritto:Quindi per capire se molte armi in circolazione sono pericolose devi tenere fermo il resto delle variabili (da cui confronto "a parità di altri fattori") e variare solo quella che ti interessa.

Con buona pace della logica da prima media. Il confronto "A parità di fattori" nella pratica NON ESISTE, casomai non te ne fossi ancora accorto. Esistono situazioni demografiche e socioculturali TUTTE differenti, nelle quali è impossibile stabilire una correlazione tra numero di armi in circolazione (legali? Illegali? A salve? Ad acqua?) e statistica degli incidenti riconducibili ad armi da fuoco.

settott ha scritto:ecco che vedrai che il fumo fa venire il cancro

Ti sorprenderà ma anche questa è una puttanata colossale, non esiste un solo studio che lo confermi. Si parla esclusivemente di fattore di rischio, puoi dare un'occhiata qui

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=smoke+lung+cancer

e comunque il paragone è una puttanata nella puttanata perché l'esempio - che mi pare di avere già fatto ma che altrettanto mi pare tu abbia ignorato nella tua risposta poco sotto - va fatto con termini paragonabili. Allora riprovo sotto forma di domanda: per limitare il tasso di incidenti stradali si pongono restrizioni all'acquisto ed alla circolazione di auto e motoveicoli? Perché il principio che stai difendendo è questo eh. A me pare invece che si obblighi la gente a fare la patente, a circolare in luoghi appositamente designati e secondo determinate norme. Ma il possesso e la compravendita di auto e motoveicoli, benché abbia una statistica di rischi ed incidenti (anche relativa eh, % di incidenti su numero dei possessori) immensamente peggiore, è e rimane, giustamente, libero. Che cosa ha il diritto a spostarsi in più di quello a difendersi?

settott ha scritto:Da sempre. Se vengono fatte rispettare. Nei tratti di strada col tutor le velocità si riducono e calano gli incidenti. In Italia è con leggi e restrizioni che è finita la stagione dei sequestri. La popolazione ha un tasso di alfabetizzazione perchè la scuola è obbligatoria ed è fuorilegge mandare i bambini di 8 anni nei campi (poi rimane quello dell'analfabetismo di ritorno e soprattutto funzionale ahahahahahah ), abbiamo un alto tasso di riciclo perchè c'è una legge che ci obbliga a separare l'immondizia, nel paese del fuhrer avete un minore tasso di evasione ed abusivismo perchè là evasori e costruttori vengono beccati e puniti, qui si può fare e lo fanno, etc, etc, etc...

Ostia! Hai detto niente, tu stesso lo confermi che il problema dei divieti è quello di farli rispettare. I tratti di strada col tutor c'entrano sega, il paragone va fatto con un ipotetico divieto di acquistare e possedere automobili.

E vale per tutto il resto, le leggi funzionano quando le si rispetta (ho un regolare porto d'arma e qui gli incidenti dovuti ad armi da fuoco, legali o meno, si contano sulle dita di una mano), e le stesse leggi se non vengono rispettate non funzionano (Messico e centroamerica, si sparano per la strada).

Non sono le leggi in se stesse a funzionare, ma il fatto che la gente le rispetti o meno.

settemezz ha scritto:Queste sono tue affermazioni di fantasia basate, al solito, su nulla di concreto ma su come tu pensi che le cose dovrebbero stare. Smentite ovviamente dai fatti (di cui appunto puoi trovare traccia nei link già citati)

Peccato che su quello che stai tentando di smentire non ci sono dati, è impossibile conoscere il numero di armi illegali in circolazione al di là di una semplice stima approssimativa. Vogliamo scommettere che ad uguale severità delle leggi in un posto ce ne sono più che in un altro?

settemmezz ha scritto:Punto primo: Restrizioni sul possesso e circolazione delle armi hanno l'effetto di eliminare la maggiorparte degli incidenti (che sono tantissimi) dei matti-guerra convinti di essere come Steven Segal e che invece finiscono per sparare in faccia al figlio

Cazzo che statistica! Hai citato tre casi tre, con un denominatore comune: l'imbecillità dei protagonisti. Vai sul sito dei Darwin Awards

http://www.darwinawards.com/

e ne trovi quanti ne vuoi. Temo che quelli con armi da fuoco siano pochini però Royales

settemmezz ha scritto:Punto secondo: hanno l'effetto ridurre moltissimo le uccisioni degli omicidi "occasionali" cioè quelle persone che arrivano ad ammazzare in raptus d'ira ma che a bocce ferme non lo farebbero. Che sono la maggiorparte. Lite col vicino, sbrocco male: ho il fucile a casa, lo prendo e lo uso. Se non ce l'ho piglio il coltello o il cacciavite o il mattarello. E checchè se ne dica non c'è storia tra le due categorie. Le bocce si fermano, nel primo caso c'è il morto e la sedia elettrica nel secondo un ferito ed una denuncia per lesioni. Idem per studente frustrato ma imbevuto della cultura Callaghaniana che piglia il fucile del paparino per farsi giustizia da sè.

Qui l'ignoranza è pari a quella dei politici (solitamente verdi / ambientalisti / evangelisti) che sono soliti perorare la medesima causa: una ferita di arma da taglio è, in media, più larga e più pericolosa di una da arma da fuoco, fa danni maggiori a tessuti vasi eccecc.

L'unico "svantaggio" è che la seconda colpisce a distanza, la prima no. Vogliamo vedere quanti sono gli incidenti occorsi con armi da fuoco ad una distanza superiore a, diciamo, tre metri?

settemmezz ha scritto:Punto terzo: per quanto riguarda la criminalità, ovviamente è più difficile procurarsi un'arma in un paese dove non ce ne sono.

Qui faccio un'eccezione ed uso il tuo modo di argomentare: farnetichi. Stai parlando del Paese dei balocchi, un paese dove non ci sono armi non esiste; può succedere che in alcuni, tipo il Giappone, ce ne siano molte meno, ma certamente non perché la legge lo vieta, bensí semplicemente per mancanza di richiesta, la quale è dovuta alla mentalità ed educazione del popolo giapponese al quale pare ripugni la violenza e non passi nemmeno per la testa di usarla per risolvere alcunchè. Ancora una volta non è la legge a determinare il risultato, ma chi la rispetta o meno.

settemmezz ha scritto:Ne risulta che il topo d'appartamento qua non gira armato, in media. La gran parte delle uccisioni del cattivo da parte del buono, in Italia, avviene col cattivo impallinato nella schiena. Perchè o non era armato o stava scappando. Tutte cose che non si verificano in un paese dove ti aspetti di trovare il proprietario di casa armato.

Esatto. In un paese dove ti aspetti di trovare il proprietario di casa armato, il topo d'appartamento ci pensa su tre volte prima di irromperti in casa, non ti pare (questa è logica non da prima media ma da prima elementare)?

settemmezz ha scritto:Punto quarto: per quanto riguarda la criminalità organizzata (che ad es. è quella che alza il numero morti in Italia - Italia che ha un rate di omicidi comunque piuttosto basso ma non trascurabile per armi da fuoco) potrei anche cominciare a prendere in considerazione il tuo discorso, cioè che loro le armi le avrebbero comunque. Spero che tu non sia così ingenuo da poter credere che la tua pistola tenuta in cintura mentre ti fai la barba possa in qualche modo condizionare l'esito di un attentato di camorra.

Se restringiamo il discorso a Cialtronia ed i suoi abitanti, sei sicuramente meglio informato di me. Io ti posso solo dire che in generale il vero malintenzionato l'arma se la procura comunque, anche perché agisce comunque al di fuori della legge quindi non gli interessa se la medesima è più o meno restrittiva: se ne fotte, e basta.

Sul livello minimo necessario per la comprensione del senso della foto mi sono già espresso.

settemmezz ha scritto:Te lo sto spiegando da sei mesi, dati alla mano. IL NUMERO DI ARMI IN CIRCOLAZIONE E LA FACILITA' DI REPERIRLE È DIRETTAMENTE CORRELATO AL TASSO DI OMICIDI. Questo è quanto.

Ed ecco l'ennesima puttanata sparata sotto forma di sentenza. NON É VERO. In Austria, Belgio, Svizzera e paesi scandinavi è altrettanto facile procurarsi un'arma quanto in Honduras, tra l'altro lo si può fare legalmente, spero non occorra compararei relativi tassi di omicidi (sta a vedere che adesso mi includi anche quelli della suocera col mattarello)

Ma lo sai cos'è una correlazione diretta? Lo sai che esclude qualsiasi altro fattore?

settemmezz ha scritto:Che non vuol dire che non vi siano anche altri (e magari più incisivi) fattori che determinino l'aumento dei morti, perchè continui a paragonare Guatemala e Austria).

Allora non è direttamente correlato, vedi sopra. Deciditi.

settemmezz ha scritto:La domanda è molto semplice: l'alto numero di armi in circolo e la facilità di reperirle causano o no un incremento dei morti in un dato paese?
E la risposta è unica e chiara: si

NO. Non esiste a quanto ne so una correlazione, o me la mostri (occhio nonm mi mostrare di nuovo il grafichino, perché quello mostra la criminalità e la statistica delle armi da fuoco in circolazione, ma non stabilisce - anche perché è impossibile - una relazione causa-effetto)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Ven 20 Ott - 15:30

Rasputin ha scritto:No. Ho semplicemente usato la normale funzione dei quote per spostare da "argomenti di settott" un intervento sulle armi che andava in questo thread, e viceversa.
Si si, cerrrrto. Rimane il fatto che io non posso cancellare interventi di altri utenti, aprire avvisi con il nome di altri utenti e cancellare dopo un giorno i miei interventi a cui altri hanno gia risposto per foi faare lo gnorri e chiedere "ma a chi stai rispondendo?".

Tipo appunto questo, che qui è OT ma lo copio per dovere di cronaca.
Serve solo a spiegare perchè coi creduli non se ne esce.

Ah bene, allora io pesco un grafico che mi pare, te lo metto sotto il naso e dico, il grafico è là appunto per dimostrarlo.
No, peschi un grafico che contenga dati inerenti a quello che si dice, provenienti da una fonte affidabile, lo mostri ad una persona in grado di capirlo, ne discutete e ne traete conclusioni.

(Nemmeno so più di che grafico si tratta, tanto spessa è la jessicortina fumogena che ormai avvolge ambele discussioni)
No, non sai di che si tratta perchè quando è stato tirato in ballo la proma volta neanche hai aperto il link visto che le tue dogmatiche certezze di fede già le avevi, e ora che lo guardi per la prima volta non lo sai interpretare perchè neppure sai cosa significa correlazione diretta (v.sotto).

Ma mi mostri dove ho sostenuto il contrario? Ho solo detto che è irrilevante.
MAESTOSO. Anche in questo stesso quote, seconda frase.  ahahahahahah

Con buona pace della logica da prima media. Il confronto "A parità di fattori" nella pratica NON ESISTE, casomai non te ne fossi ancora accorto. Esistono situazioni demografiche e socioculturali TUTTE  differenti, nelle quali è impossibile stabilire una correlazione tra numero di armi in circolazione (legali? Illegali? A salve? Ad acqua?) e statistica degli incidenti riconducibili ad armi da fuoco.
Falso. Ma perchè parli di cose che si imparano con anni quando sei fermo alla prima media in fatto di conoscenza dell'analisi dei dati?

Ti sorprenderà ma anche questa è una puttanata colossale, non esiste un solo studio che lo confermi. Si parla esclusivemente di fattore di rischio, puoi dare un'occhiata qui

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=smoke+lung+cancer
ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  Ah vabbè. Aveva ragione Minsky.
Seth Oth - Piccione 0-1

comunque il paragone è una puttanata nella puttanata perché l'esempio - che mi pare di avere già fatto ma che altrettanto mi pare tu abbia ignorato nella tua risposta poco sotto - va fatto con termini paragonabili. Allora riprovo sotto forma di domanda: per limitare il tasso di incidenti stradali si pongono restrizioni all'acquisto ed alla circolazione di auto e motoveicoli?
No, questa è una puttanata. Perchè l'auto serve a spostarsi ed ha un effetto collaterale. La pistola serve a sparare. Che cagate riesci a produrre per sostenere i tuoi santi dogmi?

Perché il principio che stai difendendo è questo eh. A me pare invece che si obblighi la gente a fare la patente, a circolare in luoghi appositamente designati e secondo determinate norme. Ma il possesso e la compravendita di auto e motoveicoli, benché abbia una statistica di rischi ed incidenti (anche relativa eh, % di incidenti su numero dei possessori) immensamente peggiore, è e rimane, giustamente, libero. Che cosa ha il diritto a spostarsi in più di quello a difendersi?
Che col presunto diritto di possedere armi da fuoco con la fasulla idea di difendersi muore molta più gente di quando questo "diritto" è negato.
Perchè mi neghi il diritto di avere un'arma nucleare?

Ostia! Hai detto niente, tu stesso lo confermi che il problema dei divieti è quello di farli rispettare. I tratti di strada col tutor c'entrano sega, il paragone va fatto con un ipotetico divieto di acquistare e possedere automobili.
Puttanate. Il paragone è corretto: divieto(e ovviamente controllo, come capisce anche il penultimo degli imbecilli) --> riduzione del problema.

E vale per tutto il resto, le leggi funzionano quando le si rispetta (ho un regolare porto d'arma e qui gli incidenti dovuti ad armi da  fuoco, legali o meno, si contano sulle dita di una mano), e le stesse leggi se non vengono rispettate non funzionano (Messico e centroamerica, si sparano per la strada).
Eh ma non c'entra un beato cazzo con quanto detto perchè laddove il rispetto delle leggi è il medesimo (uno dei famosi fattori da confrontare a parità, che ancora non ti entrano nel fermaporte) leggi permissive sul permesso delle armi aumentano il numero di morti e incidenti, incontrovertibilmente.

Non sono le leggi in se stesse a funzionare, ma il fatto che la gente le rispetti o meno.
ahahahahahah  ahahahahahah
Non è il fatto che ci sia scritto on e off a far funzionare la tv, ma il fatto che qualcuno schiacci il bottone.

Peccato che su quello che stai tentando di smentire non ci sono dati, è impossibile conoscere il numero di armi illegali in circolazione al di là di una semplice stima approssimativa. Vogliamo scommettere che ad uguale severità delle leggi in un posto ce ne sono più che in un altro?
Ci sono e sono pure tantissimi. Solo che se non li sai capire allora è un'altra storia.

Cazzo che statistica! Hai citato tre casi tre, con un denominatore comune: l'imbecillità dei protagonisti. Vai sul sito dei Darwin Awards
Esatto. Caratteristica comune dei matti-guerra, i cui incolpevoli figli, vicini, coniugi, sarebbero ancora vivi senza armi in casa. E non sono tre, sono migliaia ogni anno.

e ne trovi quanti ne vuoi. Temo che quelli con armi da fuoco siano pochini però Royales
No. Sono migliaia. Mi spiace.

Qui l'ignoranza è pari a quella dei politici (solitamente verdi / ambientalisti / evangelisti) che sono soliti perorare la medesima causa: una ferita di arma da taglio è, in media, più larga e più pericolosa di una da arma da fuoco, fa danni maggiori a tessuti vasi eccecc.
Infatti come è noto, i vertici USA stanno pianificando di sostituire tutti i fucili mitragliatori in dotazione all'esercito con coltelli da cucina perchè sono estremamente più letali ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  

L'unico "svantaggio" è che la seconda colpisce a distanza, la prima no. Vogliamo vedere quanti sono gli incidenti occorsi con armi da fuoco ad una distanza superiore a, diciamo, tre metri?
Vogliamo vedere quanta gente muore per incidenti in casa con un coltello rispetto a un fucile o una pistola? Che minchiate vai dicendo?
Oh, sono scivolato e ho ammazzato mio marito con una coltellata.
Oh, mio figlio ha trovato il coltello per il salame e l'ha lanciato nella schiena di sua sorella.
ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah
Ma va cagher. Senti le stronzate che uno deve tirar fuori per non prendere atto che crede in minchiate.

Qui faccio un'eccezione ed uso il tuo modo di argomentare: farnetichi. Stai parlando del Paese dei balocchi, un paese dove non ci sono armi non esiste; può succedere che in alcuni, tipo il Giappone, ce ne siano molte meno, ma certamente non perché la legge lo vieta, bensí semplicemente per mancanza di richiesta, la quale è dovuta alla mentalità ed educazione del popolo giapponese al quale pare ripugni la violenza e non passi nemmeno per la testa di usarla per risolvere alcunchè. Ancora una volta non è la legge a determinare il risultato, ma chi la rispetta o meno.
Il popolo giapponese cosa?  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah Ma che minchia stai dicendo ragazzo?


Esatto. In un paese dove ti aspetti di trovare il proprietario di casa armato, il topo d'appartamento ci pensa su tre volte prima di irromperti in casa, non ti pare (questa è logica non da prima media ma da prima elementare)?
No. E ancora la realtà contraddice ciò che a te "pare". Il topo di appartamento ha una pistola e la usa prima. E i morti aumentano.

Se restringiamo il discorso a Cialtronia ed i suoi abitanti, sei sicuramente meglio informato di me. Io ti posso solo dire che in generale il vero malintenzionato l'arma se la procura comunque, anche perché agisce comunque al di fuori della legge quindi non gli interessa se la medesima è più o meno restrittiva: se ne fotte, e basta.
Sul livello minimo necessario per la comprensione del senso della foto mi sono già espresso.
Il malintenzionato era al p.to 3 e no, non è vero che se la procura comunque, soprattutto se sa di non dover agire in un ambiente mattoguerrizzato. Il p.to 4 diceva altro.
Non capisco di che foto parli.

Ed ecco l'ennesima puttanata sparata sotto forma di sentenza. NON É VERO. In Austria, Belgio, Svizzera e paesi scandinavi è altrettanto facile procurarsi un'arma quanto in Honduras, tra l'altro lo si può fare legalmente, spero non occorra compararei relativi tassi di omicidi (sta a vedere che adesso mi includi anche quelli della suocera col mattarello)
Neanche per sogno (oltre al fatto che continui con questa idiozia di paragonare sistemi socioeconomici completamente diversi) e, soprattutto tra i paesi scandinavi puoi vedere esattamente che le cose non stanno come dici tu: a quasi parità di fattori, laddove le leggi sono più permissive e le armi molte di più, corrispondono più morti.

Ma lo sai cos'è una correlazione diretta? Lo sai che esclude qualsiasi altro fattore?
Io lo so, tu, come è evidente, no.

Allora non è direttamente correlato, vedi sopra. Deciditi.
È direttamente correlato e non devo decidermi, capra ignorante. Non parlare di cose che non conosci. La correlazione diretta da una variabile è indipendente dalle altre ma non vuol dire che le altre non esistono. Torna alle medie.

NO. Non esiste a quanto ne so una correlazione, o me la mostri (occhio nonm mi mostrare di nuovo il grafichino, perché quello mostra la criminalità e la statistica delle armi da fuoco in circolazione, ma non stabilisce - anche perché è impossibile - una relazione causa-effetto)
A quanto ne sai di cosa? Il tuo sapere deriva da dogmi di fede non da conoscenza. Non ti mostrerò altri grafichi (che volendo puoi andarti a ripescare in quanto già detto) per il solo fatto che con i creduli come te l'esposizione oggettiva dei fatti è inutile.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Ven 20 Ott - 19:33

quasiott ha scritto:Si si, cerrrrto. Rimane il fatto che io non posso cancellare interventi di altri utenti, aprire avvisi con il nome di altri utenti e cancellare dopo un giorno i miei interventi a cui altri hanno gia risposto per foi faare lo gnorri e chiedere "ma a chi stai rispondendo?".

Fei appena ftato dal dentifta?  ahahahahahah

Facciamo cosí: tu scrivi gli interventi sui diritti inalienabili qui e lasci a me il duro lavoro di quotare l'abbondante immondizia nel thread dedicato al tuo cortese ed urbano modo di discutere, ovviamente ambi i thread sono aperti e chiunque vi può intervenire.

quasiott ha scritto:No, peschi un grafico che contenga dati inerenti a quello che si dice, provenienti da una fonte affidabile, lo mostri ad una persona in grado di capirlo, ne discutete e ne traete conclusioni.

Ho inserito la seguente chiave nel mio motore di ricerca (duck duck, ha il vantaggio rispetto a google che non si ricorda le ricerche precedenti e quindi non "impara" che io sono un ramboguerrafondaioesaltato), in italiano, non perché penso che aumenti la comprensione bensí per semplice misericordia alla tua ignoranza: "rapporto tra numero di armi in circolazione e tasso di omicidi"

https://duckduckgo.com/?q=rapporto+tra+numero+di+armi+in+circolazione+e+tasso+di+omicidi&t=h_&atb=v48-2a_&ia=web .


I primi cinque risultati, in ordine di apparizione quindi non ho selezionato nulla, sono stati questi, inserisco per ciascuno un breve estratto quotato e poi la relativa fonte (lascio a ciascuno verificarne l'attendibilità):

La favola della correlazione tra numero di delitti violenti e numero delle armi è nata negli USA all'inizio degli anni 70 in quanto vi fu una ascesa contemporanea, sia nel numero delle armi acquistate (circa 2 milioni ogni anno) che dei crimini; e una mente logica avrebbe potuto agevolmente dedurre anche il contrario e cioè che era l'aumento del crimine a far comperare più armi alla gente. In realtà negli anni successivi il numero delle armi continuò a crescere con lo stesso ritmo, senza che fosse accompagnato da un comparabile aumento dei crimini.

Fonte, http://www.earmi.it/varie/crimine.htm

qui

http://diavolineri.net/relazione-tra-armi-e-numero-dei-delitti/

stesso testo, da cui un altro paio di estratti:

Il livello di criminalità varia per cause sociali rispetto a cui le armi hanno un rilievo del tutto secondario. Quindi il problema andrebbe posto in modo diverso e più corretto: dovrebbe indagarsi se, a parità di condizioni sociali e giuridiche, un aumento o diminuzione delle armi detenute, oppure facilitazioni o restrizioni nel loro uso, abbiano prodotto una variazione significativa nel numero di delitti commessi con armi. Statistica pressoché impossibile salvo in quei rari casi in cui si è avuto una improvvisa e drastica inversione di legislazione. L’unico esempio sembra essere quello dell’Inghilterra. Pare però che l’anno successivo alla eliminazione delle armi, i crimini sono cresciuti (ma è un dato da controllare!) del 10% , e cioè con lo stesso tasso di crescita precedente alla legge. La polizia ha rilevato che i criminali, dovendosi rifornire comunque sul mercato clandestino, preferiscono rivolgersi ad armi da guerra o molto potenti e quindi sono più pericolosi di prima.

Nel 1995 venne fatto uno studio comparato tra Austria (legislazione liberale quasi come quella Svizzera) e la Germania (legislazione analoga a quella italiana): lo sparo con armi da fuoco durante la commissione di delitti risultò essere 2,5 volte maggiore in Germania che non in Austria. I casi di uso di armi nella commissione di delitti risultò essere di 7 casi su 100 mila abitanti per l’Austria, di 11 casi per la Svizzera, di 17 casi per la Germania.

Vale la pena di leggere tutto l'articolo prima di passare al terzo risultato della ricerca, ove si trova un'analisi relativa ai soli stati uniti, nei quali pare confermarsi la proporzionalità tra armi in circolazione e vittime delle stesse. Dico delle stesse perché anche loro dicono sul serio:

[...]Dal 2001 al 2014, oltre 440mila persone hanno perso la vita per colpa delle armi da fuoco, [...]

Urka! Ma non c'era nessuno a premere il grilletto? Comunque a parte la propaganda antiarmi l'articolo è abbastanza informativo, ci si può dare un'occhiata.

Fonte: https://www.lifegate.it/persone/news/armi-da-fuoco-stati-uniti-dopo-las-vegas (roba attuale comunque)

Passiamo al quarto dei cinque risultati, quoto:

La statistica è del 2007

Mostra che:

Con meno del 5% della popolazione del mondo, gli Stati Uniti commerciano sul loro territorio il 35–50% delle armi civili circolanti nel mondo.....
I fatti chiave sono:
• Gli Stati Uniti hanno la percentuale più alta al mondo di possessori di armi una media di 88 armi per 100 abitanti. Lo Iemen ha 54.8 armi per 100 abitanti
• Ma gli Stati Uniti non hanno la percentuale di omicidi commessi con armi da fuoco peggiore questa appartiene all' Honduras, El Salvador e la Giamaica.
• Puerto Rico supera ogni altra nazione del mondo per assassini con armi da fuoco con una percentuale del 94.8%. seguito dalla Sierra Leone .

Segue una tabella, dalla quale tra l'altro si può trarre un confronto diretto tra Germania e Cialtronia (non che siano comparabili come livello di civiltà, ma tant'è...):

Germania,

-  % DI OMICIDI CON ARMI A FUOCO 26.3
-  OMICIDI CON ARMI A FUOCO PER 100.000 ABITANTI 0.19
-  ARMI OGNI 100 ABITANTI 30.3 (legali o no? N.d.r.)
-  ARMI DETENUTE 25,000,000 (legali o no? N.d.r.)

Cialtronia:

-  % DI OMICIDI CON ARMI A FUOCO 66.7
-  OMICIDI CON ARMI A FUOCO PER 100.000 ABITANTI 0.71
-  ARMI OGNI 100 ABITANTI 11.9
-  ARMI DETENUTE 7,000,000 (azz! meno di un terzo delle armi ma il triplo degli omicidi, cosa non quadra?  Royales )

Dal quinto risultato, dove trovi anche il sospirato grafico:

L'indagine sul numero di armi possedute e sul tasso di omicidi in tutti i Paesi del mondo, condotta dall'Indipendent, sfata per l'ennesima volta il mito: non c'è alcuna correlazione tra il tasso di cittadini armati e il tasso di crimini commessi con le armi [...]Ma la cosa più importante è che questo studio demolisce, una volta di più, lo stereotipo secondo il quale più armi ai cittadini equivale a più omicidi: il confronto tra le singole situazioni nazionali è, in questo senso, assolutamente emblematico.

Fonte: http://www.armietiro.it/indipendent-non-ce-correlazione-tra-cittadini-armati-e-omicidi-commessi-con-le-armi-8595

C'è anche un riferimento all'indagine descritta, qui

https://www.tpi.it/mondo/italia/mappa-classifica-numero-armi-possedute-paesi-mondo

Come la mettiamo?


quasiott ha scritto:Perchè l'auto serve a spostarsi ed ha un effetto collaterale. La pistola serve a sparare. Che cagate riesci a produrre per sostenere i tuoi santi dogmi?

L'auto serve a spostarsi, e la pistola a sparare.
Con l'auto posso sia spostarmi che investire una vecchietta, con la pistola posso sparare al poligono e portarmela in tasca per difendermi, in ambi i casi ci sono effetti collaterali. Ma fai finta? Non so se preferire o no che tu sia in buona fede (cosa di cui dubito)

quasiott ha scritto:Che col presunto diritto di possedere armi da fuoco con la fasulla idea di difendersi muore molta più gente di quando questo "diritto" è negato.

Falso, vedi sopra.

quasiott ha scritto: Il paragone è corretto: divieto(e ovviamente controllo, come capisce anche il penultimo degli imbecilli) --> riduzione del problema.

Infatti durante gli anni del proibizionismo in America il problema del consumo e commercio di alcolici si è ridotto notevolmente  Royales

quasiott ha scritto:Eh ma non c'entra un beato cazzo con quanto detto perchè laddove il rispetto delle leggi è il medesimo (uno dei famosi fattori da confrontare a parità, che ancora non ti entrano nel fermaporte) leggi permissive sul permesso delle armi aumentano il numero di morti e incidenti, incontrovertibilmente.

Falso e inventato, vedi riferimenti qui sopra.

quasiott ha scritto:Non è il fatto che ci sia scritto on e off a far funzionare la tv, ma il fatto che qualcuno schiacci il bottone.

Esattamente. Cosa non ti è chiaro? Il fatto che ormai ti sto prendendo per il culo perché non meriti altro?

quasiott ha scritto:Esatto. Caratteristica comune dei matti-guerra, i cui incolpevoli figli, vicini, coniugi, sarebbero ancora vivi senza armi in casa. E non sono tre, sono migliaia ogni anno.

Ti rinvio ai dati di cui sopra.

quasiott ha scritto:No. Sono migliaia. Mi spiace.

Mostramelo.

quasiott ha scritto:Infatti come è noto, i vertici USA stanno pianificando di sostituire tutti i fucili mitragliatori in dotazione all'esercito con coltelli da cucina perchè sono estremamente più letali

Risposta evasiva. Si sta parlando di armi in possesso ed a uso privato (cittadini armati era la dizione), se non erro.

quasiott ha scritto:Vogliamo vedere quanta gente muore per incidenti in casa con un coltello rispetto a un fucile o una pistola? Che minchiate vai dicendo?
Oh, sono scivolato e ho ammazzato mio marito con una coltellata.
Oh, mio figlio ha trovato il coltello per il salame e l'ha lanciato nella schiena di sua sorella.

Basta che vai in un pronto soccorso e vedi quanta gente ci va perché si è tagliata e quanti invece perché giocherellando col ferro si sono sparati in un piede, poi mi dici. Stai sostenendo davvero l'inverosimile, anche il più interdetto degli interdetti sa che la maggioranza degli incidenti di questo tipo sono domestici, e per l'uso di utensili del tutto quotidiani appunto come i coltelli da cucina (peggio nelle cucine dei ristoranti, sono pericolose quanto una trincea in Cecenia puoi chiedere a Chef se vuoi)

quasiott ha scritto:No. E ancora la realtà contraddice ciò che a te "pare". Il topo di appartamento ha una pistola e la usa prima. E i morti aumentano.

Questa è un'ipotesi del tutto tua. Il topo di appartamento ha l'arma se gli va di averla e se è abbastanza delinquente da usarla; se non lo è, evita di penetrare in appartamenti quando sa che gli possono sparare.

quasiott ha scritto:Il malintenzionato era al p.to 3 e no, non è vero che se la procura comunque, soprattutto se sa di non dover agire in un ambiente mattoguerrizzato. Il p.to 4 diceva altro.
Non capisco di che foto parli.

Della foto dell'avatar, che continui a menzionare (a cazzo, ma la menzioni)
Per il resto, ti rimando al punto immediatamente sopra.

quasiott ha scritto:Neanche per sogno (oltre al fatto che continui con questa idiozia di paragonare sistemi socioeconomici completamente diversi) e, soprattutto tra i paesi scandinavi puoi vedere esattamente che le cose non stanno come dici tu: a quasi parità di fattori, laddove le leggi sono più permissive e le armi molte di più, corrispondono più morti.

Balle. La tabella che ho linkato sopra fa proprio quel paragone lí, tra sistemi socioeconomici completamente diversi semplicemente perché non c'è altro modo; e ti smentisce.

quasiott ha scritto:La correlazione diretta da una variabile è indipendente dalle altre ma non vuol dire che le altre non esistono.

Straw man. Mai detto che non esistano, ho detto che ci sono variabili irrilevanti o poco rilevanti ai fini di determinare dove la gente si fa secca di più o di meno, ed una di queste variabili è proprio la severità delle leggi pertinenti. Vedi tabella di cui sopra.

quasiott ha scritto:A quanto ne sai di cosa? Il tuo sapere deriva da dogmi di fede non da conoscenza. Non ti mostrerò altri grafichi (che volendo puoi andarti a ripescare in quanto già detto) per il solo fatto che con i creduli come te l'esposizione oggettiva dei fatti è inutile.

Dalla tua eventuale risposta - alla quale prometto solennemente di non dare alcuna replica, mi sono sforzato abbastanza - si vedrà chi dei due è il credulo col quale l'esposizione oggettiva dei fatti è inutile.

Attento però, sfottere o criticare le fonti seguirebbe il tuo schema abituale; potresti per una volta sforzarti di criticare i contenuti.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Sab 21 Ott - 1:47

OHHHHH!
Venghino siorrri e siorrre che è cominciato il cirrrcooo!!!

presenta Moira Rasputeen


Come si fa ad avere le risposte che cerchiamo? SEMPLICISSIMO siorri e siorrreee!
Un applauso d'incoraggiamentoooo!
Si va su duck duck, si scrive la domanda e si pigliano i primi cinque risultati!!!!
Nell'ordine da:
DIAVOLINERI e dico DIAVOLINERI PUNTO NET (con tanto di musica preferita dall'autore del BLOG : Inno Della Marina Militare e preghiera del marinaio!)
ENCICLOPEDIA DELLE ARMI (tra l'altro pregiuevole sito scritto in BASIC con l'Amiga 500)
il sito della RADIO LIFEGATE peace and love forever!!!
ovazione del pubblico - applausi!!! Perchè il bello l'abbiamo in serbo per il gran finale!
TIROPRATICO PUNTO COM! "Una società armata è una società libera!" "All'inizio vi levanno le armi, poi la libertà!" Con fantastiche offerte solo per oggi: spedizione gratuita di proiettili in tutta Italia e 25% di sconto sulla vendita di canne lunghe!!! NON PERDETEVELE!!!
ARMIETIRO PUNTO IT!! Con imperdibile offerta per Dellera Tactical 45mm 19 colpi a soli euri 2650, con Mastercard!
E il pubblico va in deliriooooo!!!!!

Ora usando la stessa sublime tecnica oggi scopriamo anche che, nell'ordine:

L'URINOTERAPIA fa davvero bene! Lo dice Duckduck nei primi risultati in Io-e-la-mia-urina.net!!!
L'OMEOPATIA FUNZIONA!! Ce lo spiega la fisica quantistica su macrolibriasi.com!!!
I SUMERI SONO STATI CREATI DAGLI ANNUNAKI come spiega perfettamente meteoweb punto eu!!!!!
La TERRA E' DAVVERO PIATTA! Lo dice la Flat Earth Society!!!
e per non farci mancare davvero nulla: Dio esiste?
CERTAMENTESSSSI! Ce lo assicura Diobuono punto net!!!!
Fumi e raggilaser, fuochi pirotecnici!! Sigla!


E la montagna di merda tocca finalmente gli ottomila ssiorri e sssiorreee!!!!! Messner approva!

Ocio alle motivazioni granitiche ed inattaccabili da mattoguerra docg! (Leggiucchiando qua e la nel maremerdium che hai calato in campo - non ti aspetterai che legga tutta sta inutile merda vero?)
Partiamo con un:

Pare che in Inghilterra i crimini(???) siano cresciuti come prima da quando c'è una legge restrittiva sulle armi, ma è un dato da controllare

Gli stati uniti hanno più armi ma l'Honduras e Puerto Rico più morti!  lookaround (La conoscevate già questa, vero?  ahahahahahah )

In Austria hanno più armi e orologi a cucù ma non muore nessuno! (Salvo che dopo aver adeguato le leggi alla normativa europea sono scesi di 3 punti in rate di omicidi)

In italia che ha 1\3 delle armi rispetto ai crucchi ci sono più morti ammazzati con le armi di morti ammazzati in totale! (SIC!  applaudi  applaudi  applaudi ) perchè ce lo dice Tiropraticopuntonet! Eh si in effetti qualcosa non quadra!
E accattateve sto fucile d'assalto che diminuiscono i morti, perchè, si sa, "Una società armata è una società libera!"  

EHHHHSSI sssiore e ssiori, è proprio il caso di chiederselo: e adesso come la mettiamo???

Ma il post ricco di sorprese non finisce qui:
L'auto serve a spostarsi, e la pistola a sparare.
Con l'auto posso sia spostarmi che investire una vecchietta, con la pistola posso sparare al poligono e portarmela in tasca per difendermi, in ambi i casi ci sono effetti collaterali.

Poi c'è l'effetto collaterale del Baygon che è quello di uccidere le zanzare, l'effetto collaterale del frigo che è quel fastidioso raffreddamento degli alimenti e non dimentichiamo l'effetto collaterale degli adscensori che è quello di portarti in alto!

Ocio che non è finita, pesco un po' tra la merda:
Falso e inventato, vedi riferimenti qui sopra.
...  
Ti rinvio ai dati di cui sopra.
I riferimenti (cioè i famosi riferimenti perchè lui argomenta e porta riferimenti! Non c'è l'avviso " il modo di argomentare di Rasputin, l'Antonio Socci dei poveri" ? Puoi aprirne uno e spostare là queste frasi se le trovi OT! ) sarebbero sempre tiropraticopuntonet!!!
Poi ci sono i riferimenti (Diobuonopuntonet) che ci dimostrano anche che Dio c'è e voi ateacci della malora vi  siete inventati tutto! Tiè!


Mostramelo.
Cioè a Googolare per le minchiate è il numero uno, ma se si tratta di trovarsi un numerino banale e riportato da ogni agenzia, ehnnò! Quello glielo devi mostrare perchè è contrario alla sua religione!

Basta che vai in un pronto soccorso e vedi quanta gente ci va perché si è tagliata e quanti invece perché giocherellando col ferro si sono sparati in un piede, poi mi dici. Stai sostenendo davvero l'inverosimile, anche il più interdetto degli interdetti sa che la maggioranza degli incidenti di questo tipo sono domestici, e per l'uso di utensili del tutto quotidiani appunto come i coltelli da cucina (peggio nelle cucine dei ristoranti, sono pericolose quanto una trincea in Cecenia puoi chiedere a Chef se vuoi)

eeeeeeek  eeeeeeek  eeeeeeek
Poi dico che la  logica l'ha studiata l'ultima volta al battesimo e s'incazza.

Qui arriviamo al tripudio, all'apoteosi, all'oscar alla carriera per la mattoguerralogica siori e siore!
IO SOSTENGO L'INVEROSIMILE!
Milioni d'Italiani maneggiano coltelli ogni santo giorno per svariato tempo e PUFFF nei prontisoccorso ci sono più incidenti da coltello! Ma che miracolo!
Quanti morti? No vabè questo era scomodo lo ignoriamo, non rispondiamo alla domanda ma a quello che ci piace e fa comodo!!!
Un italiano su settuordici si gingilla col revolver una volta alla settimana e PUFFF morti.
Eh ma si capisce, molto più pericoloso il coltello, lo capirebbe anche il più interdetto.

Avete mai visto al pronto soccorso qualcuno che si è fatto male infilando il cazzo in una turbina di aereo? E gente che si taglia con la lattina del tonno?
EH MA QUINDI APRIRE LE SCATOLETTE DI TONNO è MOOOOLTO PIU' PERICOLOSO CHE INFILARE IL CAZZO NEI REATTORI!!!
MA AL PRONTO SOCCORSO C'E' PIU' GENTE CHE SI FA MALE GIOCANDO A CALCETTO O MANGIANDO URANIO ARRICCHITO?
EH MA ALLORA E' MOLTO PIU PERICOLOSO GIOCARE A CALCIO CHE MANGIARE URANIO!
E via così!!! Honduras E Svizzera sssiori e sssioreee!!!!
L'auto serve a spostarsi e la pistola a sparare ma tutte e due hanno effetti collaterali!!!!!

Balle. La tabella che ho linkato sopra fa proprio quel paragone lí, semplicemente perché non c'è altro modo; e ti smentisce.

Quale scusa? Mi sono un po' perso. Quella di Tirolibero, di Armietiro o di Ioelamiaurina?

Dalla tua eventuale risposta - alla quale prometto solennemente di non dare alcuna replica, mi sono sforzato abbastanza - si vedrà chi dei due è il credulo col quale l'esposizione oggettiva dei fatti è inutile.

Si è già visto abbondantemente: TU.
AMEN.

Attento però, sfottere o criticare le fonti seguirebbe il tuo schema abituale; potresti per una volta sforzarti di criticare i contenuti.

Ma nooo! Ricordamelo la prossima volta che critichi qualcuno che chiama Radio Maria una fonte, ti ricorderò di sforzarti di criticare i contenuti (che, nel caso in questione, sono sempre le stesse CAGATE dei mattiguerra cioè confronti a cazzo (Honduras-Svizzera) dati a cazzo -se non inventati di sana pianta- logica a cazzo. Ma loro sono perdonabili, lo fanno per venderti le cannelunghe col 25% di sconto a 2650 €, tu?)

Le critiche ai contenuti non le capisci, tu capisci solo ciò che fa comodo al sostegno della tua fede. Parlo di correlazione diretta di una variabile su dieci e dici che non esiste (senza ovviamente manco sapere di che si tratti) vedi grafici e confondi i numeri di pagina con quelli dei morti, chiami "faziosi e di parte" gli articoli di Science e porti come fonti Armietiro e Diavolineri.

Col nuoto te la caverai di certo meglio.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Sab 21 Ott - 2:26

Ah, già che sono al lavoro e non mi passa, mi sono preso la briga di dare un'occhiata veloce all'unico link pseudoserio che usano come riferimento le TUE  """fonti"""

C'è anche un riferimento all'indagine descritta, qui
https://www.tpi.it/mondo/italia/mappa-classifica-numero-armi-possedute-paesi-mondo
Come la mettiamo?

Proviamo a mappare il n.di armi a persona contro il n.di morti%  e a vederne l'andamento
-tutti
(Non troviamo nessun andamento compatibile in 3 sigma)
-levando l'ultimo quartile dei paesi per ISU

-tenendo solo il primo quartile dell'ISU (sai di cosa parlo quando parlo di quartili, isu e compatibilità?  ahahahahahah )


Con r2 0.2 e 0.5 rispettivamente.
Tradotto per ignoranti in materia: man mano che togliamo l'influenza di altre variabili (estrema povertà, assenza di stato sociale, f.d.o etc per l'ultimo quartile ) e rimane più isolata quella "numero di armi"  si nota che il numero di omicidi (in ordinata) e il numero di armi (in ascissa) si stringono attorno ad una retta chiaramente crescente, e cioè che relativamente alla variabile n.di armi, la quantità di morti ammazzati sale, cioè, in termini più comuni, si nota che le due variabili sono DIRETTAMENTE CORRELATE.

ahahahahahah Ma va? Anche le fonti di Armietiro e Diavolineri se uno le sa analizzare ci dicono qualcosa ahahahahahah
Incredibile... Chi l'avrebbe mai detto!

Ma comunque ti assegno un altro punto partita, perchè sicuramente non l'avrai capito.
Piccione 2- Settott 0.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Sab 21 Ott - 14:01

Qualche altro DATO.

http://www.amjmed.com/article/S0002-9343%2815%2901030-X/fulltext

ATTENZIONE: Contiene importanti manipolazioni naziveganfricchetons -altresì note come analisi statistiche- ed è fonte non attendibile in quanto non vende fucili semiautomatici al 25% di sconto.
Incredibilmente poi fa comparazioni solo tra gli high income OECD countries. Ah! Questi ricercatori che eliminano le variabili scomode! Si sono sputtanati per sempre!  quote

Ecco, in realtà prima del 96 di queste cose se ne occupava anche il Centres for Disease Control in svariati studi che trovano la diretta correlazione tra possesso di armi da fuoco e possibilità di morte per arma da fuoco. O che "meno dell'1% dei detentori di armi riesce ad usarle se assaliti e addirittura il possesso aumenta la possibilità di un'esito fatale per la vittima"
Questo andrebbe spiegato ai piccolo Callaghan fai-da-te, quelli che "la difesa è un diritto" e "una società armata è una società libera", ma di solito non sono in grado di capirlo.
Detrattore dell'abbondante mole di ricerche che dimostrano la pericolosità della diffusione delle armi, indovinate un po' chi è?
La NRA. La national rifle association. Che non si limita a pubblicare giornalini Rambosi con uomini in mimetica sporchi di grasso e coperti di munizioni ma finanzia con milioni di dollari la corsa al senato di innumerevoli politici, pertanto, dal 1996 in America esiste un emendamento che
VIETA AI RICERCATORI DEL CDC DI DIRE CHE IL POSSESSO DI ARMI E' PERICOLOSO, vieta studi sulla diffusione ed il possesso e ne taglia i fondi  boxed
https://en.wikipedia.org/wiki/Dickey_Amendment_(1996)

Cioè, lo ridico in parole più semplici: l'associazione nazionale dei matti-guerra che raccoglie una delle più grandi lobby dopo quella dei petrolieri, fa legiferare i suoi senatori in modo che non si possa dire che le armi fanno male.
Non è fantastico?  ahahahahahah
Sono gli stessi che fanno circolare queste

O che dicono "prima vi toglieranno le armi, poi la libertà".

https://pbs.twimg.com/media/CeQh3emWEAMPnzr.jpg



Ecco invece qualche link a siti strumentali e non attendibili che manipolano dati per dare ragione ai fricchettoni pacifisti no global

https://www.unodc.org/documents/gsh/pdfs/2014_GLOBAL_HOMICIDE_BOOK_web.pdf

https://www.bjs.gov/index.cfm?ty=dcdetail&iid=245#Publications_and_products

http://www.icpsr.umich.edu/icpsrweb/NACJD/series/95

https://www.unodc.org/gsh/

https://www.economist.com/blogs/graphicdetail/2015/08/graphics-americas-guns
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Sab 21 Ott - 16:53

Hai dimenticato la lobby delle scie chimiche e i poteri forti che in realtà sono rettiliani

(ci provo: mi abbasso al tuo livello cosí mi puoi battere con l'esperienza)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Sab 21 Ott - 18:35

Ah si? E  la lobby sionista massonica dove la mettiamo? ahahahahahah

Perchè secondo te lobby petrolifere e delle armi sarebbero sullo stesso piano di quelle che hai scritto?
ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah 
Poveretto, come ci si riduce pur di non ammettere (probabilmente a se stessi prima di tutto) di sragionare e credere in cazzate infondate.

Toh:
[La NRA ]Si occupa di promuovere la sicurezza nell'uso delle armi, organizza corsi di maneggio ed eventi sportivi relativi alle armi, ed è spesso considerata come una delle più potenti organizzazioni degli Stati Uniti.
Agisce anche come lobby, che spesso finanzia campagne politiche e si batte per la difesa del diritto costituzionale al possesso e al porto delle armi da fuoco per i cittadini rispettosi della legge.
https://it.wikipedia.org/wiki/National_Rifle_Association#Attivit.C3.A0


Ahhh ok, ma sei scusato, forse non capisci neppure il significato della parola parola lobby.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Dom 22 Ott - 14:32


Ma dai, sempre a proposito di onestà intellettuale, mi stupisco che il mio link sia stato spostato mentre il tuo sia ancora qui in bella vista e perfettamente IT. ahahahahahah
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 775
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Ott - 16:50

SETH OTH ha scritto:

Ma dai, sempre a proposito di onestà intellettuale, mi stupisco che il mio link sia stato spostato mentre il tuo sia ancora qui in bella vista e perfettamente IT. ahahahahahah  

In via del tutto eccezionale avevi ragione, ho cancellato il messaggio (Di spostarlo non c'era bisogno, visto che di là hai provveduto con abbondanza di nuovo materiale moon )

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



I know I'm like a horse, I could kill myself exercising if I wanted to (Lionel Sanders)

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit. (La democrazia non ha nulla a che vedere con libertà, diritti umani o libertà di opinione. È semplicemente solo la dominazione della maggioranza).
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51587
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante, islamofobo praticante, libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 15 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 14, 15, 16, 17  Seguente

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum