Diritti inalienabili

Pagina 16 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 15, 16, 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Dom 22 Ott - 21:58

SETH OTH ha scritto:Qualche altro DATO.

http://www.amjmed.com/article/S0002-9343%2815%2901030-X/fulltext

ATTENZIONE: Contiene importanti manipolazioni naziveganfricchetons -altresì note come analisi statistiche- ed è fonte non attendibile in quanto non vende fucili semiautomatici al 25% di sconto.
Incredibilmente poi fa comparazioni solo tra gli high income OECD countries. Ah! Questi ricercatori che eliminano le variabili scomode! Si sono sputtanati per sempre!  quote

Ecco, in realtà prima del 96 di queste cose se ne occupava anche il Centres for Disease Control in svariati studi che trovano la diretta correlazione tra possesso di armi da fuoco e possibilità di morte per arma da fuoco. O che "meno dell'1% dei detentori di armi riesce ad usarle se assaliti e addirittura il possesso aumenta la possibilità di un'esito fatale per la vittima"
Questo andrebbe spiegato ai piccolo Callaghan fai-da-te, quelli che "la difesa è un diritto" e "una società armata è una società libera", ma di solito non sono in grado di capirlo.
Detrattore dell'abbondante mole di ricerche che dimostrano la pericolosità della diffusione delle armi, indovinate un po' chi è?
La NRA. La national rifle association. Che non si limita a pubblicare giornalini Rambosi con uomini in mimetica sporchi di grasso e coperti di munizioni ma finanzia con milioni di dollari la corsa al senato di innumerevoli politici, pertanto, dal 1996 in America esiste un emendamento che
VIETA AI RICERCATORI DEL CDC DI DIRE CHE IL POSSESSO DI ARMI E' PERICOLOSO, vieta studi sulla diffusione ed il possesso e ne taglia i fondi  boxed
https://en.wikipedia.org/wiki/Dickey_Amendment_(1996)

Cioè, lo ridico in parole più semplici: l'associazione nazionale dei matti-guerra che raccoglie una delle più grandi lobby dopo quella dei petrolieri, fa legiferare i suoi senatori in modo che non si possa dire che le armi fanno male.
Non è fantastico?  ahahahahahah
Sono gli stessi che fanno circolare queste

O che dicono "prima vi toglieranno le armi, poi la libertà".

https://pbs.twimg.com/media/CeQh3emWEAMPnzr.jpg



Ecco invece qualche link a siti strumentali e non attendibili che manipolano dati per dare ragione ai fricchettoni pacifisti no global

https://www.unodc.org/documents/gsh/pdfs/2014_GLOBAL_HOMICIDE_BOOK_web.pdf

https://www.bjs.gov/index.cfm?ty=dcdetail&iid=245#Publications_and_products

http://www.icpsr.umich.edu/icpsrweb/NACJD/series/95

https://www.unodc.org/gsh/

https://www.economist.com/blogs/graphicdetail/2015/08/graphics-americas-guns

La vedi la tua sfacciata disonestà?

TUTTA roba USA, solo USA. E questo



non è forse un dato di fatto?

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 23 Ott - 0:14

Rasputin ha scritto:La vedi la tua sfacciata disonestà?
TUTTA roba USA, solo USA.
Ah si? per cui secondo te questa è una mappa degli Stati Uniti?  ahahahahahah


p.s. aggiungo alla lista delle tue perle di saggezza.

Poi s'incazza se faccio notare la sua ignoranza.

E questo



non è forse un dato di fatto?
Certo che è un dato di fatto, anche questo è un dato di fatto:

Sfido qualsiasi subumano a postarla come sostegno al fatto che guidare da ubriachi sia meno pericoloso che farlo da sobri. Ecco la logica (idiota) dell'immagine superiore è la medesima.
Non è il dato in sé a essere incorretto (anche se comunque abbiamo visto che non è proprio riportato onestamente) è il messaggio che i mattiguerra de stocazzo vorrebbero sottintendere nel postarlo che è di un'idiozia letale. Ma appunto studiato per menti semplici a cui vendere i giocattolini.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 0:24

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:La vedi la tua sfacciata disonestà?
TUTTA roba USA, solo USA.
Ah si? per cui secondo te questa è una mappa degli Stati Uniti?  ahahahahahah

Poi s'incazza se faccio notare la sua ignoranza.

E questo



non è forse un dato di fatto?
Certo che è un dato di fatto, anche questo è un dato di fatto:

Sfido qualsiasi subumano a postarla come sostegno al fatto che guidare da ubriachi sia meno pericoloso che farlo da sobri. Ecco la logica (idiota) dell'immagine superiore è la medesima.
Non è il dato in sé a essere incorretto (anche se comunque abbiamo visto che non è proprio riportato onestamente) è il messaggio che i mattiguerra de stocazzo vorrebbero sottintendere nel postarlo che è di un'idiozia letale. Ma appunto studiato per menti semplici a cui vendere i giocattolini.

Mi dici da quale dei link quotati sopra hai tratto il grafico (Che conosco, lo avevo postato io un anno e cicca fa)

Per quanto riguarda l'immagine, nessun problema, leggi qui:

http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo

perfettamente paragonabile al propiizionismo sul possesso di armi. i punisce un reato DOPO che è stato commesso, non per il semplice fatto di possedere i mezzi per commetterlo.

Fin qui ci arrivi o ti sono già cascate insieme le orecchie per mancanza di separazione?

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 23 Ott - 1:14

Rasputin ha scritto:Mi dici da quale dei link quotati sopra hai tratto il grafico (Che conosco, lo avevo postato io un anno e cicca fa)
Da quelli che non hai neanche aperto per venire a scrivermi "parli solo di USA"  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah
A quando la recensione di un libro che non hai letto?
Che faccio te li rilinko? Così mal messo stai? Basta che scorri in su e clicchi sopra al primo o al quarto sotto la pubblicità dei fucili NRA, non è difficile.

Per quanto riguarda l'immagine, nessun problema, leggi qui:
http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo
perfettamente paragonabile al propiizionismo sul possesso di armi. i punisce un reato DOPO che è stato commesso, non per il semplice fatto di possedere i mezzi per commetterlo.
Fin qui ci arrivi o ti sono già cascate insieme le orecchie per mancanza di separazione?
Il propiizionismo i punisce cosa? ahahahahahah Mi raccomando non metterti alla guida ora!

Stai dicendo che sei riuscito a stupirmi ancora una volta e per non andar contro i tuoi dogmi di fede stai sostenendo che guidare da ubriachi sia meno pericoloso che farlo da sobri?  ahahahahahah No dai a questo non posso credere.
Nessuno vuole punire per omicidio chi possiede una pistola (queste sono le tue solite farloccate) semplicemente siccome il possesso di armi è dimostratamente un fattore di elevato rischio sociale si vuole evitarne la diffusione, anche a fronte del fatto che non servono (dimostratamente)  ad un cazzo, se non per divertimento e per farsi le foto da veri rambi che cagano con la canna sulla lavatrice. Uno può scegliersi anche l'hobby del sudoku invece di quello del piccolo Callaghan se il controvalore è quello di ridurre i morti di qualche migliaio.
Esattamente come è vietato superare i 130 all'ora in autostrada perchè potresti causare incidenti (con più probabilità di chi va piano) o è vietato entrare in un parcheggio sotterraneo col GPL (perché potrebbe perdere e non lo levi più, ma non è detto che lo faccia), è obbligatorio vaccinare i bambini (anche se non è detto che si ammalino) è vietato fumare durante i travasi di cherosene (perchè si aumenta il rischio di esplosioni) ed è vietato puntare in faccia un revolver con solo metà dei colpi nel tamburo e sparare a qualcuno (anche se ci sono solo il 50% di probabilità di ammazzarlo).
E d'altronde penso che anche tu dorma sonni più tranquilli sapendo che è vietato tenere esplosivi in casa o comprare armi nucleari perché vedi mai che finisci ad abitare sotto ad un idiota che decide di vedere se può fare qualche modifica all'innesco perché tanto i reati vengono puniti solo dopo che si fanno.
Ah naturalmente ai tuoi amici negri avanzi di galera che vogliono ammazzarti sul lungomare non puoi sparare perché come fai a sapere che ti causeranno danni fisici? Le botte non causano danni fisici, sono solo un fattore di rischio ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 7:03

SETH OTH ha scritto:
Rasputin ha scritto:Mi dici da quale dei link quotati sopra hai tratto il grafico (Che conosco, lo avevo postato io un anno e cicca fa)
Da quelli che non hai neanche aperto per venire a scrivermi "parli solo di USA"  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah
A quando la recensione di un libro che non hai letto?
Che faccio te li rilinko? Così mal messo stai? Basta che scorri in su e clicchi sopra al primo o al quarto sotto la pubblicità dei fucili NRA, non è difficile.

Per quanto riguarda l'immagine, nessun problema, leggi qui:
http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo
perfettamente paragonabile al propiizionismo sul possesso di armi. i punisce un reato DOPO che è stato commesso, non per il semplice fatto di possedere i mezzi per commetterlo.
Fin qui ci arrivi o ti sono già cascate insieme le orecchie per mancanza di separazione?
Il propiizionismo i punisce cosa? ahahahahahah Mi raccomando non metterti alla guida ora!

Stai dicendo che sei riuscito a stupirmi ancora una volta e per non andar contro i tuoi dogmi di fede stai sostenendo che guidare da ubriachi sia meno pericoloso che farlo da sobri?  ahahahahahah No dai a questo non posso credere.
Nessuno vuole punire per omicidio chi possiede una pistola (queste sono le tue solite farloccate) semplicemente siccome il possesso di armi è dimostratamente un fattore di elevato rischio sociale si vuole evitarne la diffusione, anche a fronte del fatto che non servono (dimostratamente)  ad un cazzo, se non per divertimento e per farsi le foto da veri rambi che cagano con la canna sulla lavatrice. Uno può scegliersi anche l'hobby del sudoku invece di quello del piccolo Callaghan se il controvalore è quello di ridurre i morti di qualche migliaio.
Esattamente come è vietato superare i 130 all'ora in autostrada perchè potresti causare incidenti (con più probabilità di chi va piano) o è vietato entrare in un parcheggio sotterraneo col GPL (perché potrebbe perdere e non lo levi più, ma non è detto che lo faccia), è obbligatorio vaccinare i bambini (anche se non è detto che si ammalino) è vietato fumare durante i travasi di cherosene (perchè si aumenta il rischio di esplosioni) ed è vietato puntare in faccia un revolver con solo metà dei colpi nel tamburo e sparare a qualcuno (anche se ci sono solo il 50% di probabilità di ammazzarlo).
E d'altronde penso che anche tu dorma sonni più tranquilli sapendo che è vietato tenere esplosivi in casa o comprare armi nucleari perché vedi mai che finisci ad abitare sotto ad un idiota che decide di vedere se può fare qualche modifica all'innesco perché tanto i reati vengono puniti solo dopo che si fanno.
Ah naturalmente ai tuoi amici negri avanzi di galera che vogliono ammazzarti sul lungomare non puoi sparare perché come fai a sapere che ti causeranno danni fisici? Le botte non causano danni fisici, sono solo un fattore di rischio ahahahahahah ahahahahahah ahahahahahah

Inutile che distorci, quello che si vede (non mi hai ancora detto quale chiave di ricerca hai usato per ottenere i risultati che ti interessavano, e quali variabili hai arbitrariamente eliminato a tale scopo mgreen )

Vogliamo andare a vede4re gli errori di "orticultura" che fai tu a tarda ora? Ne vuoi una lista?

Come per le statistiche sul cancro, se prendi una variabile (ad es. il fumo delle sigarette) e la elevi a costante, eliminando tutte le altre variabili, è ovvio che rimane come unica o principale causa, lo capisce qualsiasi ebete.

Solo che una situazione in cui alcune variabili/fattori di rischio vengono eliminate/i ed altre/i no esiste solo nel tuo luogo di residenza ballo2

Mi risparmio i commenti sulla sequela di paragoni ad minchiam per soffermarmi sull'ultimo, secondo te perché un automobilista che guida bevuto è punibile prima che faccia dei danni e ai négher che mi stanno inculando la morosa sulla spiaggia mentre mi riempiono di botte non lo sono DURANTE e non dopo aver fatto il danno?

Ovvero secondo il nostro se ti inculano la morosa e ti riempiono di botte devi aspettare che finiscano e se ne esci vivo rivolgerti alla polizia e sporgere denuncia, mentre per la guida in stato di ebbrezza va bene la multa ed anche l’arres Immediato anche se non hai fatto nessun danno.

Non ti pare che ci sia una bella differenza tra un processo alle intenzioni ed il diritto a non lasciarsi massacrare?

http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo#374343


http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo#374353

(ecco, l'ho fatto di nuovo, ti ho risposto, mal me ne incolga...adesso aspettiamo che ricevi la mail di notifica e ti precipiti qua)

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 23 Ott - 12:33

Rasputin ha scritto:Inutile che distorci, quello che si vede (non mi hai ancora detto quale chiave di ricerca hai usato per ottenere i risultati che ti interessavano, e quali variabili hai arbitrariamente eliminato a tale scopo mgreen )
Manca un pezzo di frase. Comunque adesso mi spieghi cosa cazzo c'entrano le chiavi di ricerca. Tu hai il disperato bisogno di sostenere le tue (infondate) tesi e quindi di inserire chiavi di ricerca che ti restituiscano qualcosa che le sostenga (poco t'importa se ti riduci a raschiare il fondo dei blog dei venditori di mitragliette), io conosco già il problema e quindi, se permetti, so cosa cercare. Il fatto che tu poi squalifichi le fonti come di parte e strumentalizzanti (stiamo sempre parlando de Le Scienze vs Tiratori nati dotcom) non fa che mettere in risalto la tua polarizzazione, mica altro.

Vogliamo andare a vede4re gli errori di "orticultura" che fai tu a tarda ora? Ne vuoi una lista?
Sì grazie, non si finisce mai d'impara4re.

Come per le statistiche sul cancro, se prendi una variabile (ad es. il fumo delle sigarette) e la elevi a costante, eliminando tutte le altre variabili, è ovvio che rimane come unica o principale causa, lo capisce qualsiasi ebete.
Qualsiasi ebete sì, tu però no. Cosa devo dedurne? "E la elevi a costante" cosa vorrebbe dire? Questo è proprio quello che si deve fare se si vuole capire se il fumo causa il cancro oppure no. Cioè separare l'effetto del fumo dall'effetto di tutti gli altri cancerogeni. In mancanza di questa possibilità, appunto, si ricorre ad analisi di big data oppure si sbomba la vittima di sigarette seguendo il principio che se una sigaretta fa male 1, 10 sigarette faranno male 10 (cosa che, peraltro, non è quasi mai vera).
Posso anche cercare di capire se fare le vocine con l'elio causa tumori. E quindi come dovrei fare secondo te? O le causa al 100% e lo vedo e l'elio è la causa primaria di morte per cancro oppure non posso farlo perchè ci saranno sempre condizioni diverse in chi respira elio dai palloncini per fare le vocine?  Mettiamo che invece l'elio alzi la probabilità di sviluppare tumori solo dell'1%? Come lo vedi? Ecco, rincorrendo a quelle che tu ritieni artate manipolazioni per far dire ai dati cose che non dicono, e che invece il resto del mondo chiama metodi di analisi statistica, uno riesce a mettere in evidenza anche effetti mooolto più piccoli, per esempio di poche parti su milione. Il chè non significa nè che il fumo sia l'unica causa di cancro ai  polmoni nè la principale perchè, appunto, se vai a vedere chi lavorava con l'amianto sta messo peggio di chi fuma, così come non significa che il libero acquisto di armi sia la principale causa di omicidi o incidenti. Significa che il fumo causa il cancro ai polmoni (cioè: su due popolazioni dalle stesse caratteristiche e con gli strssi stili di vita, di cui una fuma e l'altra no, si avranno più malati in quella che fuma) esattamente come su due popolazioni dalle stesse caratteristiche e con gli stessi stili di vita di cui una ha libero accesso alle armi e l'altra no, si hanno più morti nella prima. Che poi il tasso di criminalità a mille, gli squadroni della morte, i mercenari Cia e quant'altro siano i principali motividi di morte in Honduras e non esistano in Svizzera, che c'entra?


Solo che una situazione in cui alcune variabili/fattori di rischio vengono eliminate/i ed altre/i no esiste solo nel tuo luogo di residenza ballo2
No, mi spiace, non sai di cosa parli.


Mi risparmio i commenti sulla sequela di paragoni ad minchiam per soffermarmi sull'ultimo, secondo te perché un automobilista che guida bevuto è punibile prima che faccia dei danni e ai négher che mi stanno inculando la morosa sulla spiaggia mentre mi riempiono di botte non lo sono DURANTE e non dopo aver fatto il danno?
Perchè stavo usando la tua logica. Per quanto mi riguarda, usando esattamente lo stesso principio (anche se in un caso si parla di hobby e nell'altro di vite umane) io sono assolutamente a favore della regolamentazione degli ingressi e delle cittadinanze. Il che, se non sei disonesto e ci pensi un istante, equivale esattamente a prevenire il problema invece che punire il reo in seguito. Così come sarei favorevole alla scatola nera su ogni auto, a limitatori di velocità che limitano la tua libertà di andare a 300 all'ora ma salvano vite e nella mia personale scala di valori la tua libertà di andare a 300 conta zero, che se vai a 130 e ti si scuoce un po' la pasta a casa non succede niente, mentre conta molto di più non essere speronato da un milanese idiota con un 400Cv per le mani che vuole fare il figo.

Ovvero secondo il nostro se ti inculano la morosa e ti riempiono di botte devi aspettare che finiscano e se ne esci vivo rivolgerti alla polizia e sporgere denuncia, mentre per la guida in stato di ebbrezza va bene la multa ed anche l’arres Immediato anche se non hai fatto nessun danno.
Nono, non secondo me, secondo la TUA logica.

Non ti pare che ci sia una bella differenza tra un processo alle intenzioni ed il diritto a non lasciarsi massacrare?
http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo#374343
http://atei.forumitalian.com/t7093-il-reato-di-pericolo#374353
(ecco, l'ho fatto di nuovo, ti ho risposto, mal me ne incolga...adesso aspettiamo che ricevi la mail di notifica e ti precipiti qua)
C'è eccome. E infatti io sono per la legittima difesa da applicarsi ben prima che il danno sia causato. Ma seguendo i tuoi principi, invece, perchè mai sparare ad un negger che al momento rappresenta solo un fattore di rischio?

Ah, a Cyrano sulle statistiche su alcool e incidenti ho già risposto in altra discussione.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 12:37

Copincollo un intervento di Chef

chef75 ha scritto:Io sono a favore della circolazione di armi regolarmente detenute per uso sportivo, da difesa o da collezione.
Chi è contrario è liberissimo di farlo con le motivazioni che più gli aggradano ma rimangono esclusivamente sue opinioni.

Esistono delle leggi che, se osservate, ti permettono di utilizzare le armi per legittima difesa senza incorrere in procedimenti penali e ciò lo trovo giusto se sussiste un reale pericolo.

Che un numero di detentori si sia reso responsabile di un uso improprio o addirittura di sbadataggine non può, a mio avviso, andare a colpire negativamente tutta la categoria che ne fanno invece un uso secondo quanto stabilito dalla legge.

Che un numero maggiore di armi in circolazione sia equivalente ad un numero maggiore di incidenti di armi da fuoco può essere vero come dire che un numero maggiore di auto in circolazione aumenta il rischio di fare incidenti. In ambi i casi c’è chi non ha rispettato la legge e quindi ne fa un uso improprio.
Se una persona utilizza un arma per legittima difesa e lo fa secondo ciò che è riportato qui sotto:

l' art. 52 c.p. prevede che "non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un'offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa".

Perché sia esclusa la punibilità del soggetto agente è pertanto necessario:

–        che l'aggressione abbia per oggetto un diritto o interesse giuridico (personale o patrimoniale) proprio o altrui;

–        che l'aggressione determini un pericolo immediato (non futuro) per tale diritto o interesse;

–        che la reazione difensiva dell'aggredito costituisca l'unica possibilità di tutela del bene minacciato, ovvero sia insostituibile con altra meno dannosa;

–        che l'aggressione non trovi alcuna giustificazione nell'ordinamento giuridico;

–        che vi sia proporzione tra il bene giuridico minacciato ed il bene giuridico dell'aggressore leso dall'azione difensiva.


...non può essere considerato un incidente e secondo quanto stabilito dalla legge ha tutto il diritto di farlo.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 13:03

chef75 ha scritto:
[...]Che un numero maggiore di armi in circolazione sia equivalente ad un numero maggiore di incidenti di armi da fuoco può essere vero come dire che un numero maggiore di auto in circolazione aumenta il rischio di fare incidenti. In ambi i casi c’è chi non ha rispettato la legge e quindi ne fa un uso improprio.[...]

Prova a farglielo capire, prova...

@seietrequart:

- le chiavi di ricerca c'entrano, per appunto evitare di inserirne una mirata ad ottenere i risultati che si desiderano. Io la mia l'ho dichiarata,

https://duckduckgo.com/?q=rapporto+tra+numero+di+armi+in+circolazione+e+tasso+di+omicidi&t=h_&atb=v48-2a_&ia=web

la tua non la so, a parte la giustificazione imbecille da tuttologo delle mie calighe "io conosco già il problema e quindi, se permetti, so cosa cercare" (Tradotto: cerco e trovo quello che voglio io, e cosa ho inserito per trovarlo non te lo dico)

- non capisco bene dove avrei squalificato le tue fonti, però posso mostrarti dove lo hai fatto tu con le mie (che tra l'altro non sono le autrici degli studi e dati citati ma li hanno solo riportati, una delle fonti era il Washington Post se non ricordo male)

- a parte il fatto che eliminando arbitrariamente variabili da un congiunto di dati non si fa altro che isolarne una, quella desiderata, per poi starnazzare che è quella il fattore determinante. Ad esempio, se io invece di isolare il possesso di armi dalla statistica tolgo tutto il resto meno, che so, lo stato di povertà, mi risulta che quella è l'unica causa della criminalità. Se un fenomeno ha varie cause concorrenti, non puoi toglierne alcune per poi dire che quelle determinanti son quelle che rimangono (tra l'altro, con che criterio scegli quelle da togliere e quelle da lasciare?)

- so benissimo di cosa parlo, là dovresti trovarti benissimo

- insomma sei favorevole al Grande Fratello (Ma sei un impiegato statale per caso? carneval )

- mi spiegheresti quali sarebbero secondo te i miei principi? Chi ha detto di fare il tiro al négher? Io ho detto che ho il diritto di impedirgli in caso di necessità di incularsi la mia morosa e riempire me di botte, e voglio avere il diritto di essere in grado di farlo.

Poi oh,può sempre andar male, ma se sono inerme va male di sicuro. Sempre preferito un brutto processo ad un bel funerale.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 23 Ott - 14:02

chef75 ha scritto:Io sono a favore della circolazione di armi regolarmente detenute per uso sportivo, da difesa o da collezione.
Chi è contrario è liberissimo di farlo con le motivazioni che più gli aggradano ma rimangono esclusivamente sue opinioni.

Un conto sono le opinioni (cioè che sia giusto o meno farle detenere) e un conto sono i dati che ci stanno sotto. Le prime sono libere, i secondi no.
Allora che tu, a fronte del fatto che la presenza sul territorio di armi regolarmente detenute causi in effetti un aumento di omicidi ed incidenti -e questa non è un'opinione-, sia dell'opinione che sia più importante la tua libertà di sparare per divertimento piuttosto che il n. di morti aumentato, ci sta. Che tu (tu generico, sto ovviamente parlando di Rasputin e mattiguerra generici) voglia contestare i numeri usando logiche che non stanno nè in cielo nè in terra col solo scopo di sostenere la tua posizione, no. O meglio, nessuno ti vieta di farlo, ma sono cagate belle e buone.

Esistono delle leggi che, se osservate, ti permettono di utilizzare le armi per legittima difesa senza incorrere in procedimenti penali e ciò lo trovo giusto se sussiste un reale pericolo.
Certo ma è il "se osservate" il problema. Quando un tiratore sportivo sbrocca e il fucile ce l'ha a casa, lo usa. Non è meglio se si dedica all'enigmistica? Per me si, per te evidentemente no, e se ne può discutere, ma il fatto che ciò accada è indubbio.

Che un numero di detentori si sia reso responsabile di un uso improprio o addirittura di sbadataggine non può, a mio avviso, andare a colpire negativamente tutta la categoria che ne fanno invece un uso secondo quanto stabilito dalla legge.
Con la stessa logica la legge stabilisce il limite di 130km\h in autostrada e lo fa perchè guidando a 230 il rischio di incidenti aumenta. Io penso di saper guidare a 230 senza rischi e non è giusto che la mia libertà debba essere limitata a causa di quelli che invece causano incidenti.
Cosa mi diresti della passione per gli esplosivi? Perchè non si possono tenere i leoni in appartamento? (con qualche eccezione) Perchè l'impianto elettrico o del gas deve essere certificato a norma da uno che lo sa fare?

Che un numero maggiore di armi in circolazione sia equivalente ad un numero maggiore di incidenti di armi da fuoco può essere vero come dire che un numero maggiore di auto in circolazione aumenta il rischio di fare incidenti. In ambi i casi c’è chi non ha rispettato la legge e quindi ne fa un uso improprio.
Ma infatti sono d'accordo su questa affermazione. Si tratta solo di un bilancio tra pro e contro. A parte il fatto che non è solo questioni di leggi non rispettate perchè gli incidenti (in uno come nell'altro caso) non seguono solo da leggi violate.
Levare le auto da un paese non è al momento pensabile (seppur gli incidenti rappresentino una delle prime cause di morte tra i giovani, ad esempio) proibire le armi, sì. Perchè gli unici danni che causerebbe la cosa sono a chi le vende e a chi ci vuole giocare.


Se una persona utilizza un arma per legittima difesa e lo fa secondo ciò che è riportato qui sotto:
l' art. 52 c.p. prevede che "non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un'offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa".
Perché sia esclusa la punibilità del soggetto agente è pertanto necessario:
–        che l'aggressione abbia per oggetto un diritto o interesse giuridico (personale o patrimoniale) proprio o altrui;
–        che l'aggressione determini un pericolo immediato (non futuro) per tale diritto o interesse;
–        che la reazione difensiva dell'aggredito costituisca l'unica possibilità di tutela del bene minacciato, ovvero sia insostituibile con altra meno dannosa;
–        che l'aggressione non trovi alcuna giustificazione nell'ordinamento giuridico;
–        che vi sia proporzione tra il bene giuridico minacciato ed il bene giuridico dell'aggressore leso dall'azione difensiva.
...non può essere considerato un incidente e secondo quanto stabilito dalla legge ha tutto il diritto di farlo.
Questa è la legge italiana. Ti ripeto (o forse no perchè non hai letto le discussioni precedenti) che anche quella della difesa personale è una favola venduta per questioni commerciali. Anche in questo caso statisticamente ci rimetti. Leggi: con buona probabilità, se la coppietta di rimini fosse stata armata ora almeno uno dei due non sarebbe più qua.

Rasputin ha scritto:
Prova a farglielo capire, prova...

@seietrequart:

- le chiavi di ricerca c'entrano, per appunto evitare di inserirne una mirata ad ottenere i risultati che si desiderano. Io la mia l'ho dichiarata,

https://duckduckgo.com/?q=rapporto+tra+numero+di+armi+in+circolazione+e+tasso+di+omicidi&t=h_&atb=v48-2a_&ia=web
Ma appunto. Quello che ti ha restituito tiroalpiattello punto net, vendoarmial25%punto com & cialtronate varie.

la tua non la so, a parte la giustificazione imbecille da tuttologo delle mie calighe "io conosco già il problema e quindi, se permetti, so cosa cercare" (Tradotto: cerco e trovo quello che voglio io, e cosa ho inserito per trovarlo non te lo dico)
Io ti ho postato vari articoli scientifici sul tema perchè li conosco e so dove trovarli senza aver bisogno di cercare a cazzo su motori di ricerca. Articoli che ti sei rifiutato di leggere (addirittura sul rapporto UN neanche sapevi cosa c'era dentro e mi hai accusato di parlare di USA) perchè tu conosci per scienza infusa, o meglio per dogma divino ricevuto, ma il tuttologo sono io.


- non capisco bene dove avrei squalificato le tue fonti, però posso mostrarti dove lo hai fatto tu con le mie (che tra l'altro non sono le autrici degli studi e dati citati ma li hanno solo riportati, una delle fonti era il Washington Post se non ricordo male)
Per esempio dicendo che l'articolo de Le Scienze era strumentale e strumentalizzante (ma se tanto mi dà tanto manco l'avevi letto).
Le tue fonti non sono studi, sono CAGATE scritte in un blog che vende pistolette, lo vuoi capire?
Non puoi chiedere a dioconoipunto net o a vatican punto va se Dio esiste e dire ecco! Squalifichi le mie fonti!
I numeri citati dalle tue fonti sono incorretti (e già te l'ho mostrato) o loro stessi dicono da verificare-da controllare o dicono, se interpretati correttamente e non in maniera strumentale, esattamente quanto cercano di negare.

- a parte il fatto che eliminando arbitrariamente variabili da un congiunto di dati non si fa altro che isolarne una, quella desiderata, per poi starnazzare che è quella il fattore determinante. Ad esempio, se io invece di isolare il possesso di armi dalla statistica tolgo tutto il resto meno, che so, lo stato di povertà, mi risulta che quella è l'unica causa della criminalità. Se un fenomeno ha varie cause concorrenti, non puoi toglierne alcune per poi dire che quelle determinanti son quelle che rimangono (tra l'altro, con che criterio scegli quelle da togliere e quelle da lasciare?)
I grassettati sono idiozie. Nessuno ha mai detto che le armi sono l'unica causa, ci mancherebbe. E quella di isolare la dipendenza della funzione da una sola variabile e farla variare è proprio il modo più efficace per capire come la funzione dipende da quella variebile. E ti incazzi se ti do dell'ignorante. Perchè parli di cose sulle quali non hai la minima preparazione?
Il criterio è molto semplice in teoria, in pratica può esserlo meno: si cerca di proprio di tenere ferme le altre variabili (quindi eliminarle tutte meno quella che ci interessa), quindi di portarsi a casi che abbiano tutto in comune meno la variabile in esame. Per questo si eliminano povertà, criminalità e quant'altro andando a fare confronti tra paesi ad alto isu (l'ho fatto io sui tuoi dati come lo fanno tutti i ricercatori del mondo, rei secondo te di manipolare i dati a loro piacimento.  Solo un mattoguerra con del C-4 al posto della materia grigia o uno che deve vendergli i giocattoli possono pensare di comparare Honduras e Svizzera che differiscono per TUTTE le altre variabili)
Naturalmente nella pratica le cose si complicano non poco visto che in generale le variabili non saranno tra loro indipendenti e quindi il fatto che la nostra società in esame abbia miglioramenti dalla diminuzione di X quando Y è basso non garantisce che la stessa cosa accada se Y è alto (ne è un esempio l'associazione di fumo e radon per il tumore al polmone). Ma vabè, se fai fatica a distinguere numeri di pagina e valori in una tabella dubito che tu ci possa capire qualcosa anche volendo mettertici con onestà.

Quindi facciamola breve: se io NON SO se la diffusione di X all'interno di una società sia pericoloso o no, di grazia, secondo le tue vaste conoescenze scientifiche e statistiche, come dovrei comportarmi per sapere se lo è?

- so benissimo di cosa parlo, là dovresti trovarti benissimo
NO e l'hai già dimostrato, non sai un cazzo.

- insomma sei favorevole al Grande Fratello (Ma sei un impiegato statale per caso? carneval )
Boh, questa è una tua conclusione. Se ne può parlare.

- mi spiegheresti quali sarebbero secondo te i miei principi? Chi ha detto di fare il tiro al négher? Io ho detto che ho il diritto di impedirgli in caso di necessità di incularsi la mia morosa e riempire me di botte, e voglio avere il diritto di essere in grado di farlo.
Quelli per cui il danno va affrontato solo a valle (nelle cose che a te piacciono) o molto a monte (in quelle che non ti piacciono). Classico della logica del credulo doc, usata un po' come gli pare a seconda di quello che vuole sostenere.

Poi oh,può sempre andar male, ma se sono inerme va male di sicuro. Sempre preferito un brutto processo ad un bel funerale.
Eh no, come ti ho già detto sette volte, con la canna in tasca alla vittima statisticamente va peggio.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 14:35

Ne prendo una a caso

Allora che tu, a fronte del fatto che la presenza sul territorio di armi regolarmente detenute causi in effetti un aumento di omicidi ed incidenti -e questa non è un'opinione-,

quoto..

È vero, non è un'opinione. È il risultato di uno stiracchiamento scrotale di statistiche e dati non solo scelte ad hoc, ma anche spogliate dei dati che non fanno comodo a farle quadrare come si desidera.

Il resto stasera o domani, cosí stanotte magari riposi un po' Royales

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Lun 23 Ott - 14:53

Rasputin ha scritto:È vero, non è un'opinione. È il risultato di uno stiracchiamento scrotale di statistiche e dati non solo scelte ad hoc, ma anche spogliate dei dati che non fanno comodo a farle quadrare come si desidera.

Il resto stasera o domani, cosí stanotte magari riposi un po' Royales

avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da chef75 il Lun 23 Ott - 16:28

Set, se uno sbrocca può salire in auto ed investire qualcuno, o comprare della benzina e dar fuoco al palazzo, o aprire il gas e far saltare in aria la casa o prendere un piccone e prendere a picconate passanti, o con un coltello da cucina accoltellare gente o se ha un fucile usarlo. Tutti fatti accaduti, non serve avere un arma da sparo x commettere degli atti da fuori di testa.

E comunque ocio a citare dati che menzionano esclusivamente arma da fuoco, perche da nazione a nazione arma ha un significato differente.
Da noi è considerato arma pure un coltello a serramanico o un fucile ad aria compressa che supera un tot joule.

_________________
Quando la maggior parte di una società è stupida allora la prevalenza del cretino diventa dominante e inguaribile.
Carlo M. Cipolla

E>en
avatar
chef75
------------
------------

Maschile Numero di messaggi : 7691
Età : 42
Località : una cucina
Occupazione/Hobby : Casalinghe italiane.
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 12.11.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 17:17

chef75 ha scritto:Set, se uno sbrocca può salire in auto ed investire qualcuno, o comprare della benzina e dar fuoco al palazzo, o aprire il gas e far saltare in aria la casa o prendere un piccone e prendere a picconate passanti, o con un coltello da cucina accoltellare gente o se ha un fucile usarlo. Tutti fatti accaduti, non serve avere un arma da sparo x commettere degli atti da fuori di testa.

E comunque ocio a citare dati che menzionano esclusivamente arma da fuoco, perche da nazione a nazione arma ha un significato differente.
Da noi è considerato arma pure un coltello a serramanico o un fucile ad aria compressa che supera un tot joule.

Per esempio come è successo qui anni fa, è cambiata una leggina e voilá, da un giorno all'altro improvvisamente la gente si è ritrovata la casa piena di armi/armi illegali, con gioia dei politici settottisti che hanno potuto starnazzare ai quattro venti ciò che il giorno prima avrebbero solo potuto millantare.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 19:16

seimmezz ha scritto:Ma infatti sono d'accordo su questa affermazione.Si tratta solo di un bilancio tra pro e contro. A parte il fatto che non è solo questioni di leggi non rispettate perchè gli incidenti (in uno come nell'altro caso) non seguono solo da leggi violate.
Levare le auto da un paese non è al momento pensabile (seppur gli incidenti rappresentino una delle prime cause di morte tra i giovani, ad esempio) proibire le armi, sì. Perchè gli unici danni che causerebbe la cosa sono a chi le vende e a chi ci vuole giocare.

azz...quando lo dicevo io era una boiata, adesso che lo dice Chef concordi boxed

sul secondo grassettato,

- direi che c'è una bella differenza (hai di nuovo distorto ad hoc) tra levare e proibire. Prova a riarticolare la frase usando lo stesso verbo per ambe le proposizioni, o levare per ambe o proibire per ambe, e vedrai che la prima non è fattibile in nessuno dei due casi e la seconda lo è in ambi (infatti proibire non definisce un risultato, levare sí)

- manca l'opinione ad es. della coppietta polacca a Rimini... Royales

seiemmezz ha scritto:Anche in questo caso statisticamente ci rimetti. Leggi: con buona probabilità, se la coppietta di rimini fosse stata armata ora almeno uno dei due non sarebbe più qua.

siamo di nuovo al nonno ed al cherosene eh..ma da dove ti viene questa dogmatica certezza, dalla predica di ieri in chesa? mgreen

seiemmezz ha scritto:Ma appunto. Quello che ti ha restituito tiroalpiattello punto net, vendoarmial25%punto com & cialtronate varie.

La chiave di ricerca è neutrale, si vede anche dal link, anzi secondo logica mi aspettavo che saltassero fuori piú risultati di invasati verdi vegan harechrisna pseudopacifisti e compagnia bella, ma sono stato sorpreso ed i risultati che ho citato sono i primi cinque della stessa. Cosa ne deduci?

seiemmezz ha scritto:Io ti ho postato vari articoli scientifici sul tema perchè li conosco e so dove trovarli senza aver bisogno di cercare a cazzo su motori di ricerca. Articoli che ti sei rifiutato di leggere (addirittura sul rapporto UN neanche sapevi cosa c'era dentro e mi hai accusato di parlare di USA) perchè tu conosci per scienza infusa, o meglio per dogma divino ricevuto, ma il tuttologo sono io.

Appunto, sei andato a cercare quello che ti interessava invece di cercare di farti un'idea di quello che veramente c'e. Ho aperto e letto il contenuto di un paio dei link, non di tutti, non solo ma anche per il motivo testé menzionato; inoltre non continuo a millantare di conoscere la materia, ed ho anche detto - a differenza tua - cosa faccio di mestiere, cosa che tu ancora non hai fatto quindi io - e chiunque altro - ho motivo di dubitare delle tue finora solo millantate conoscenze.

seiemmezz ha scritto:Le tue fonti non sono studi, sono CAGATE scritte in un blog che vende pistolette, lo vuoi capire?
Non puoi chiedere a dioconoipunto net o a vatican punto va se Dio esiste e dire ecco! Squalifichi le mie fonti!

No.Come ti ho già DI-MO-STRA-TO, ho inserito una chiave di ricerca non solo neutrale ma persino sfavorevole alle mie tesi. Nei risultati vengono citati dati e loro fonti, una delle quali - come RI-PE-TO - è il Washington Post.

seiemmezz ha scritto:I numeri citati dalle tue fonti sono incorretti (e già te l'ho mostrato) o loro stessi dicono da verificare-da controllare o dicono, se interpretati correttamente e non in maniera strumentale, esattamente quanto cercano di negare.

Esattamente come dovrebbe farsi in qualunque studio serio di questo tipo, dove praticamente NULLA è certo.

seiemmezz ha scritto:I grassettati sono idiozie. Nessuno ha mai detto che le armi sono l'unica causa, ci mancherebbe. E quella di isolare la dipendenza della funzione da una sola variabile e farla variare è proprio il modo più efficace per capire come la funzione dipende da quella variebile. E ti incazzi se ti do dell'ignorante. Perchè parli di cose sulle quali non hai la minima preparazione?

E ci risiamo. Che preparazione hai tu per dare dell'ignorante a me? Lavori forse alla P.A.T., da dove io dopo sette anni di merdaio me ne sono andato volontariamente?

Il metodo sarà anche corretto per capire come funziona qualcosa, ma a mio parere quello che conta sono i risultati, ed i risultati vengono dati dalla realtà, la quale a sua volta è composta da TUTTE le variabili e non solo di quelle che scarto io o scarti tu. (Grassettato: fase linobánfi di nuovo? carneval

seiemmezz ha scritto:Il criterio è molto semplice in teoria, in pratica può esserlo meno: si cerca di proprio di tenere ferme le altre variabili (quindi eliminarle tutte meno quella che ci interessa), quindi di portarsi a casi che abbiano tutto in comune meno la variabile in esame. Per questo si eliminano povertà, criminalità e quant'altro andando a fare confronti tra paesi ad alto isu (l'ho fatto io sui tuoi dati come lo fanno tutti i ricercatori del mondo, rei secondo te di manipolare i dati a loro piacimento.  Solo un mattoguerra con del C-4 al posto della materia grigia o uno che deve vendergli i giocattoli possono pensare di comparare Honduras e Svizzera che differiscono per TUTTE le altre variabili)

Allora sarebbe piu sensato eliminare la variabile "Armi" e lasciare tutte le altre, povertà, criminalità e quant'altro, e vedere se cambia qualcosa. Sospetto non cambi molto; continuo a rimanere del parere che il confronto Honduras / Svizzera, per quanto inadeguato sotto certi aspetti, illumina proprio quello che davvero fa la differenza: non la quantità di armi in circolazione bensí le circostanze in cui lo sono.

seiemmezz ha scritto:Naturalmente nella pratica le cose si complicano non poco visto che in generale le variabili non saranno tra loro indipendenti e quindi il fatto che la nostra società in esame abbia miglioramenti dalla diminuzione di X quando Y è basso non garantisce che la stessa cosa accada se Y è alto (ne è un esempio l'associazione di fumo e radon per il tumore al polmone). Ma vabè, se fai fatica a distinguere numeri di pagina e valori in una tabella dubito che tu ci possa capire qualcosa anche volendo mettertici con onestà.

Grazie della concessione Vostra Maestà. Vedo che TU cominci a capire qualcosa tra quello che è l'analisi teorica dei dati e la cruda realtà (grassettato).

seiemmezz ha scritto:Quindi facciamola breve: se io NON SO se la diffusione di X all'interno di una società sia pericoloso o no, di grazia, secondo le tue vaste conoescenze scientifiche e statistiche, come dovrei comportarmi per sapere se lo è?

Te l'ho detto: considerare i risultati. Se in Honduras ci sono armi come in Svizzera ma il decuplo di delinquenza/omicidi ecc allora la costante sono le armi denominatore comune e le causali sono gli altri fattori che tra i due paesi differiscono e sui quali occorre, nel  caso di Honduras, agire. Non mi pare difficile.

segue OT, poi si sta rinforzando il mio sospetto che tu sia un qualche tipo di impiegato pubblico mgreen

seiemmezz ha scritto:Quelli per cui il danno va affrontato solo a valle (nelle cose che a te piacciono) o molto a monte (in quelle che non ti piacciono). Classico della logica del credulo doc, usata un po' come gli pare a seconda di quello che vuole sostenere.

No. Classico della logica del mezzemaniche amministrativo invece è la cecità di fronte ai casi in cui la prevenzione è possibile e quelli in cui non lo è ed occorre curare.

Spiegami come si farebbe ad affrontare "a monte" il caso della coppietta in spiaggia a Rimini, e perché bisognacastigare un automobilista perché guida sbronzo anche se non ha fatto alcun danno. Non sarebbe meglio fare in modo che sbronzo in auto non salisse? E ci sono modi più civili di una multa, credimi li vedo qui tutti i giorni.

seiemmezz ha scritto:Eh no, come ti ho già detto sette volte, con la canna in tasca alla vittima statisticamente va peggio.

Non ci credo, ma ammesso e non concesso che sia vero sai cosa scommetto? Che la vittima la canna non è addestrata ad usarla, fedina pulita e via.

Eh no, il ferro bisogna saperlo usare se no come qualsiasi altra cosa (auto, trapano elettrico, forno di casa) diventa pericoloso più per se che per gli altri.


Ultima modifica di Rasputin il Lun 23 Ott - 21:26, modificato 2 volte

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 20:14

Il thread degli argomenti ad personam (quelli di settott nei miei riguardi, ritengo io) è stato chiuso dalla moderazione quindi il minimo che posso fare è copincollare qui gli interventi pertinenti a questo, comincio:

chef75 ha scritto:Comunque, secondo il mio modesto parere, chi ha fatto stragi, per esempio in America, sono il prodotto della società Americana che vende fucili d’assalto al supermercato e che della soppressione dei malviventi, anche per vie legali, ne ha fatto il suo baluardo. Quindi non possono essere equiparati al classico detentore italiano che nel 90% dei casi (dato empirico) fa un “porto” (che non è un porto ma un trasporto) ad uso sportivo, che per averlo ti contano i peli del culo, e ci fa attività in un poligono (come potrei essere io).
In italia i possessori che commettono reati con l’arma detenuta regolarmente si contano sulle dita delle mani a fronte di centinaia di migliaia di possessori di armi da sparo (per non dire milioni, 1.265.484 nel 2015).

Per fare una statistica più o meno attendibile sulla pericolosità di armi in mano a potenziali ”squilibrati” bisognerebbe contare i possessori di un legale porto d’arma e vedere quanti di questi hanno commesso un reato con l’arma detenuta legalmente.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Lun 23 Ott - 20:14

Minsky ha scritto:
chef75 ha scritto:Comunque, secondo il mio modesto parere, chi ha fatto stragi, per esempio in America, sono il prodotto della società Americana che vende fucili d’assalto al supermercato e che della soppressione dei malviventi, anche per vie legali, ne ha fatto il suo baluardo. Quindi non possono essere equiparati al classico detentore italiano che nel 90% dei casi (dato empirico) fa un “porto” (che non è un porto ma un trasporto) ad uso sportivo e ci fa attività in un poligono (come potrei essere io).

Per fare una statistica più o meno attendibile sulla pericolosità di armi in mano a potenziali ”squilibrati” bisognerebbe contare i possessori di un legale porto d’arma e vedere quanti di questi hanno commesso un reato con l’arma detenuta legalmente.
Esatto! Questa sarebbe una statistica significativa!ok
Per esempio, per sapere quanto predisponga alla pedofilia la carriera ecclesiastica, contiamo i preti e vediamo quanti di questi hanno abusato di bambini! Poi confrontiamo il dato con la popolazione laica. Altrimenti si fa solo distorsione e frode.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mar 24 Ott - 1:15

chef75 ha scritto:Set, se uno sbrocca può salire in auto ed investire qualcuno, o comprare della benzina e dar fuoco al palazzo, o aprire il gas e far saltare in aria la casa o prendere un piccone e prendere a picconate passanti, o con un coltello da cucina accoltellare gente o se ha un fucile usarlo. Tutti fatti accaduti, non serve avere un arma da sparo x commettere degli atti da fuori di testa.

E comunque ocio a citare dati che menzionano esclusivamente arma da fuoco, perche da nazione a nazione arma ha un significato differente.
Da noi è considerato arma pure un coltello a serramanico o un fucile ad aria compressa che supera un tot joule.
Non da fuoco. Btw se uno sbrocca può far danni in tanti modi, purtroppo quello di avere un'arma a portata di mano è uno dei peggiori. Con l'auto non si entra in casa o al bar e col gas si fa saltare una casa in ore (la tua, va bene al massimo se vuoi tirare giù il vicino rompicoglioni) picconi e coltelli prevedono una colluttazione fisica che in molti casi si risolve in ferite e può essere sedata dai presenti. La pistola, essendo oggetto nato con uno scopo preciso, più efficace di tutti i suddetti. Non da ultimo la quantità di incidenti con armi da fuoco va aggiunto al totale dei punti precedenti, non sostituito.

Rasputin ha scritto:azz...quando lo dicevo io era una boiata, adesso che lo dice Chef concordi boxed
Non mi pare tu abbia mai detto una roba del genere, ma se è così faccio ammenda: mostrami dove.


sul secondo grassettato,

- direi che c'è una bella differenza (hai di nuovo distorto ad hoc) tra levare e proibire. Prova a riarticolare la frase usando lo stesso verbo per ambe le proposizioni, o levare per ambe o proibire per ambe, e vedrai che la prima non è fattibile in nessuno dei due casi e la seconda lo è in ambi (infatti proibire non definisce un risultato, levare sí)
No non arrampicarti sugli specchi, nelle frasi usate hanno assolutamente la stessa accezione, non cambia di una virgola il senso.

- manca l'opinione ad es. della coppietta polacca a Rimini... Royales
No, l'ho scritta. Se non capisci qualcosa chiedi pure lumi.

siamo di nuovo al nonno ed al cherosene eh..ma da dove ti viene questa dogmatica certezza, dalla predica di ieri in chesa? mgreen
Non attribuire i tuoi problemi a me. Questo intervento non vuol dire nulla. Dire che se la mia macchina avesse lABS sarebbe più sicura non è un'ipotesi di fantasia e non c'entra un cazzo con tuo nonno.

La chiave di ricerca è neutrale, si vede anche dal link, anzi secondo logica mi aspettavo che saltassero fuori piú risultati di invasati verdi vegan harechrisna pseudopacifisti e compagnia bella, ma sono stato sorpreso ed i risultati che ho citato sono i primi cinque della stessa. Cosa ne deduci?
Cosa dedurne non so e la chiave può essere neutrale fin che vuoi (ma che cazzo vuol dire poi lo sai solo tu  ahahahahahah ) sta di fatto che ti sei appigliato a blog demmerda inattendibili e li hai linkati come prova e dimostrazione.
Cosa cazzo c'entri 'sta storia delle chiavi di ricerca è un viaggio cosmico che ti sei fatto nella testa, forse perché non sai come uscirne.
Ti riassumo i punti fondamentali per riportarti alla realtà:
-Le statistiche e i dati da me citati e linkati da sei mesi a questa parte, provenienti da Le Scienze, UNODC, BJS, Archivio nazionale di giustizia criminale, American Journal of Medicine,
dicevano cose che non ti piacevano quindi erano fonti inattendibili.  
-Le tue fonti attendibili le hai ottenute digitando tre parole a cazzo in un motore di ricerca e pigliando i primi risultati che sono usciti. Tra cui spiccano due siti che vendono fucili in sconto. E hai spacciato le loro informazioni come verità rivelata.

Se pensi che questi due modi di affrontare una discussione per informarsi sui fatti (giusto per rifarsi al tuo "Anche queste tutte cose che posso sostenere su di te con lo stesso medesimo diritto") siano equivalenti, o sei massimamente disonesto e assolutamente disinteressato ad ottenere una qualche conoscenza da una discussione ma solo a difendere il tuo (infondato) punto, oppure sei cerebralmente leso. Tertium non datur. Anzi ci ci sarebbe un tertium ma è troppo ridicolo per pensarlo: hai bisogno di ravvivare un po' il traffico del forum.

Appunto, sei andato a cercare quello che ti interessava invece di cercare di farti un'idea di quello che veramente c'e. Ho aperto e letto il contenuto di un paio dei link, non di tutti, non solo ma anche per il motivo testé menzionato; inoltre non continuo a millantare di conoscere la materia, ed ho anche detto - a differenza tua - cosa faccio di mestiere, cosa che tu ancora non hai fatto quindi io - e chiunque altro - ho motivo di dubitare delle tue finora solo millantate conoscenze.
Ma infatti non devi credermi perché faccio il consulente statistico o il ricercatore, devi pigliare le fonti serie in circolazione e leggerle. Visto che non puoi analizzarne i fatti da solo (questa non è un'offesa ma è normale che uno che studia glottologia non sappia, di norma, tirare una retta interpolata tra 125 punti) ti puoi sempre fidare delle conclusioni di fonti attendibili piuttosto che di BLOG DI RIVENDITA FUCILI DIO CANE. E' che  a te non te ne frega un cazzo di capire come stanno le cose, tu vuoi solo supportare ciò che credi.

No.Come ti ho già DI-MO-STRA-TO, ho inserito una chiave di ricerca non solo neutrale ma persino sfavorevole alle mie tesi. Nei risultati vengono citati dati e loro fonti, una delle quali - come RI-PE-TO - è il Washington Post.
Cosa hai dimostrato? Che mettendo parole a cazzo in duckduck escono siti che vendono pistole e che fanno propaganda che fa comodo a loro? Che dicono che i morti ammazzati con pistole in Italia sono più dei morti ammazzati in totale in Italia? Io ti ho dimostrato che con la stessa tecnica ne deduci che la terra è piatta, che l'urinoterapia funziona, che Dio esiste e che i Persiani sono stati istruiti dagli Annunaki.
Il Washington post è il diocane di giornale da cui hanno preso i numerini, proprio quelli che mostrano una netta tendenza alla crescita dei morti con la crescita del numero di armi, solo che essendo citato da braccia rubate all'agricoltura, neanche se ne sono accorti.

Esattamente come dovrebbe farsi in qualunque studio serio di questo tipo, dove praticamente NULLA è certo.
Benissimo, ora diventa il profeta del dubbio. L'agnostico de noantri. Tu cosa cazzo ne sai di studi seri scusa? No perché sarei curioso di capirlo.

E ci risiamo. Che preparazione hai tu per dare dell'ignorante a me? Lavori forse alla P.A.T., da dove io dopo sette anni di merdaio me ne sono andato volontariamente?
La PAT non so neanche che cazzo sia, e la tua ignoranza non è certificata dai miei titoli di studio, ma dal fatto che anche un bambino di prima media dopo che ha sostenuto le stronzate che sostieni tu, ad esempio sulle correlazioni tra variabili, può aprire un link in Wikipedia e rendersi conto che ha detto stronzate.
E anche uno che ha studiato statistica al bar del paese capisce che  inserire una chiave di ricerca neutrale e pigliare a cazzo i primi cinque risultati è una stronzata madornale.

Il metodo sarà anche corretto per capire come funziona qualcosa, ma a mio parere quello che conta sono i risultati, ed i risultati vengono dati dalla realtà, la quale a sua volta è composta da TUTTE le variabili e non solo di quelle che scarto io o scarti tu. (Grassettato: fase linobánfi di nuovo? carneval
I risultati sono che, ad esempio, se fai così capisci quanto è nocivo il fumo, se fai come dici tu, no. E puoi tranquillamente (ed erroneamente) sostenere che non sia nocivo. NON ESISTE AL MONDO UN RICERCATORE SERIO CHE POSSA PENSARE DI PROCEDERE NELLA MANIERA DA TE DESCRITTA MADONNA INCORONETA DELLE ROSE. PERCHE' NON FUNZIONA. I metodi statistici servono per togliere il rumore ed evidenziare il segnale, non per aggiungere rumore e nascondere il segnale.

Allora sarebbe piu sensato eliminare la variabile "Armi" e lasciare tutte le altre, povertà, criminalità e quant'altro, e vedere se cambia qualcosa. Sospetto non cambi molto; continuo a rimanere del parere che il confronto Honduras / Svizzera, per quanto inadeguato sotto certi aspetti, illumina proprio quello che davvero fa la differenza: non la quantità di armi in circolazione bensí le circostanze in cui lo sono.
 ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  No dai, è una candid camera, non ci credo.
Il giorno che vorrò discutere su quanto influisca la povertà sul numero di morti andrò a prendere due stati con lo stesso n. di armi in circolo e possibilmente altre variabili simili (cosa molto più difficile perché raggruppa in sé numerosi fattori) e ne dedurrò che ne produce molti (e ovviamente molti più che la differenza in numero d'armi, ma che cazzo c'entra?)
Respira e pensa un attimo. No dico davvero, respira perchè ho avuto l'illusione di vedere un bagliore. Secondo il tuo modo di pensare dovremmo interrompere all'istante ogni campagna contro l'obesità perché in Etiopia non hanno obesi eppure muoiono molto prima che in Europa.

Grazie della concessione Vostra Maestà. Vedo che TU cominci a capire qualcosa tra quello che è l'analisi teorica dei dati e la cruda realtà (grassettato).
ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah  ahahahahahah
Ma vai a cagare tu e la cruda realtà.

Te l'ho detto: considerare i risultati. Se in Honduras ci sono armi come in Svizzera ma il decuplo di delinquenza/omicidi ecc allora la costante sono le armi denominatore comune e le causali sono gli altri fattori che tra i due paesi differiscono e sui quali occorre, nel  caso di Honduras, agire. Non mi pare difficile.
Io voglio sapere se X è dannoso o meno, non la strategia per salvare il mondo da tutti i mali. Come faccio?

segue OT, poi si sta rinforzando il mio sospetto che tu sia un qualche tipo di impiegato pubblico mgreen
Mi spiace deluderti. Se vuoi parliamo dei miei lavori in area privata, anche se, vista la rarità del lavoro che svolgo, rendermi riconoscibile da uno che si fa la barba con la pistola nelle braghe mi preoccupa non poco  ahahahahahah  ahahahahahah

No. Classico della logica del mezzemaniche amministrativo invece è la cecità di fronte ai casi in cui la prevenzione è possibile e quelli in cui non lo è ed occorre curare.
Se questa è la logica del mezzemaniche, mi spiace per te ma il mezzemaniche ha ragione.

Spiegami come si farebbe ad affrontare "a monte" il caso della coppietta in spiaggia a Rimini, e perché bisognacastigare un automobilista perché guida sbronzo anche se non ha fatto alcun danno. Non sarebbe meglio fare in modo che sbronzo in auto non salisse? E ci sono modi più civili di una multa, credimi li vedo qui tutti i giorni.
Per la coppietta di Rimini Salvini insegna: tutti i neger rimangono a casa loro e fine della storia. Per gli sbronzi, certo che la seconda soluzione sarebbe migliore ma temo che costi ed impegni siano ben diversi. C'è poco da fare, quando i Tutor sono accesi, vanno tutti entro i limiti. Se uno ha la certezza del controllo, salvo che non sia un mona patentato, non beve.  

Non ci credo, ma ammesso e non concesso che sia vero sai cosa scommetto? Che la vittima la canna non è addestrata ad usarla, fedina pulita e via.
Vabè. Com'era quella di tuo nonno?

Eh no, il ferro bisogna saperlo usare se no come qualsiasi altra cosa (auto, trapano elettrico, forno di casa) diventa pericoloso più per se che per gli altri.
E il giorno che decidi di usarlo per ammazzare qualcuno lo diventa ancora di più.
Poi sta cosa di saperlo usare mi sa tanto da rambata delle 22:14. Dai torna coi piedi a terra. Sei in spiaggia con la tua ragazza che pomici, hai la pistola carica nelle mutande? Fai scanning ambientale ogni 30 secondi in cerca di possibili pericoli o ti concentri sulle zinne? Se la risposta è la prima allora la tua vita è già un inferno, non ti resta che sperare di morire il prima possibile. Torniamo al caso normale: si avvicina un tizio che ti chiede di dove sei, a meno di un metro di distanza tempo che hai levato gli occhi dalle tette e li hai messi sul neger mimetico nella notte. Mettiamo pure che tu sia molto razzista e prevenuto e ti disgrovigli dall'abbraccio della suddetta dama e cominci a cercare la pistola in cintura. Ti va bene, fai il piccolo killer, quattro colpi precisi, quattro feriti a terra (guarda non te li faccio neanche ammazzare così ti evito rogne) oppure ne ferisci uno e gli altri si cagano e se la danno a gambe. Quante volte può andare così bene? Tiri fuori la pistola  uno lo ammazzi gli altri ti sono addosso in tre, te la infilano in culo e tirano il grilletto. Tiri fuori la pistola e tilti perché sei allenato in un cazzo di poligono ma in vita tua non hai mai sparato a quattro tizi che ti saltano addosso, becchi la morosa nella pancia così le fai un buco in più per soddisfare i tuoi nuovi amici.
Dai, dai, dai.

Rasputin ha scritto:Il thread degli argomenti ad personam (quelli di settott nei miei riguardi, ritengo io) è stato chiuso dalla moderazione quindi il minimo che posso fare è copincollare qui gli interventi pertinenti a questo, comincio:
Mi compiaccio, quindi dove rispondo alle ultime cagate
affermazioni che hai lasciato di là?

chef75 ha scritto:Comunque, secondo il mio modesto parere, chi ha fatto stragi, per esempio in America, sono il prodotto della società Americana che vende fucili d’assalto al supermercato e che della soppressione dei malviventi, anche per vie legali, ne ha fatto il suo baluardo. Quindi non possono essere equiparati al classico detentore italiano che nel 90% dei casi (dato empirico) fa un “porto” (che non è un porto ma un trasporto) ad uso sportivo, che per averlo ti contano i peli del culo, e ci fa attività in un poligono (come potrei essere io).
In italia i possessori che commettono reati con l’arma detenuta regolarmente si contano sulle dita delle mani a fronte di centinaia di migliaia di possessori di armi da sparo (per non dire milioni, 1.265.484 nel 2015).
No infatti, USA è il puntino in alto a destra dei grafici visti in giro. Il punto che si distacca dall'andamento generale, in statistica quel punto ha un nome ma non me lo ricordo più. Rimangono tutti gli altri.


Per fare una statistica più o meno attendibile sulla pericolosità di armi in mano a potenziali ”squilibrati” bisognerebbe contare i possessori di un legale porto d’arma e vedere quanti di questi hanno commesso un reato con l’arma detenuta legalmente.
Intanto ci fermiamo alle statistiche sulle morti vs n.di armi in circolazione che sono quelle che abbiamo. Le vedi qui sopra. Sulla legalità\illegalità la cosa varia molto da stato a stato per via delle leggi diverse, la vedo un po' più complicata. Non so neppure se esistano studi simili.
Ma qui:
puoi vedere gli esiti dell'analisi su stati che hanno leggi abbastanza simili e livelli di diffusione legale \ illegale anche.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mar 24 Ott - 13:21

sto scrivendo da un laptop con una tastiera di merda quindi non mi rompete i coglioni con l'ortografia per favore

Seiemmezz ha scritto:Non mi pare tu abbia mai detto una roba del genere, ma se è così faccio ammenda: mostrami dove.

Ehm, il paragone tra armi ed automobili mi pare sia stato più o meno ricorrente nel corso della discussione, occorre proprio che te lo vada a cercare? No perché anche quando ti chiedo io "Mostrami dove" il più delle volte vengo  prrrrr

Comunque non è importante, ci sono abituato

seiemmezz ha scritto:No non arrampicarti sugli specchi, nelle frasi usate hanno assolutamente la stessa accezione, non cambia di una virgola il senso.

Non è un' specchio , i due termini hanno significati ben diversi allora mi dici quale dei due vale per ambe le proposizioni; proibire non significa levare, ed il risultato è tutt'altro che garantito. Se i due termini fossero equivalenti avresti ragione tu su tutta la linea e questa discussione sarebbe finita da un pezzo, è evidente che facendo sparire le armi da fuoco dalla faccia della Terra risultano poi impossibili incidenti di qualunque tipo dovuti al loro USO. Peccato che il tutto sia puramente teorico, esattamente come le tue analisi dei dati statistici con metti e togli di variabili a piacere, tutto logico e corretto ma completamente fuori dalla realtà

seiemmezz ha scritto:No, l'ho scritta. Se non capisci qualcosa chiedi pure lumi.

forse (spero) mi fraintendi: ho scritto della (genitivo), non sulla. vuol dire che l'opinione che manca è la loro, non la tua.

seiemmezz ha scritto:Non attribuire i tuoi problemi a me. Questo intervento non vuol dire nulla. Dire che se la mia macchina avesse lABS sarebbe più sicura non è un'ipotesi di fantasia e non c'entra un cazzo con tuo nonno.

Potrei dire la stessa cosa in calce ad ogni tuo intervento, eh no troppo comodo.

Mi spieghi in che modo la frase "Dire che se la mia macchina avesse lABS sarebbe più sicura" equivale a dire "con buona probabilità, se la coppietta di rimini fosse stata armata ora almeno uno dei due non sarebbe più qua".

A casa mia (Pianeta Terra) la seconda non solo non c'entra una mazza con la prima, ma casmai l'ABS è paragonabile alla presenza, non all'assenza di un'arma. Stai ribaltando la logica a tuo uso e consumo.

settemmezz ha scritto:Cosa dedurne non so e la chiave può essere neutrale fin che vuoi (ma che cazzo vuol dire poi lo sai solo tu  ahahahahahah ) sta di fatto che ti sei appigliato a blog demmerda inattendibili e li hai linkati come prova e dimostrazione.
Cosa cazzo c'entri 'sta storia delle chiavi di ricerca è un viaggio cosmico che ti sei fatto nella testa, forse perché non sai come uscirne.
Ti riassumo i punti fondamentali per riportarti alla realtà:
-Le statistiche e i dati da me citati e linkati da sei mesi a questa parte, provenienti da Le Scienze, UNODC, BJS, Archivio nazionale di giustizia criminale, American Journal of Medicine,
dicevano cose che non ti piacevano quindi erano fonti inattendibili.  
-Le tue fonti attendibili le hai ottenute digitando tre parole a cazzo in un motore di ricerca e pigliando i primi risultati che sono usciti. Tra cui spiccano due siti che vendono fucili in sconto. E hai spacciato le loro informazioni come verità rivelata.

Se pensi che questi due modi di affrontare una discussione per informarsi sui fatti (giusto per rifarsi al tuo "Anche queste tutte cose che posso sostenere su di te con lo stesso medesimo diritto") siano equivalenti, o sei massimamente disonesto e assolutamente disinteressato ad ottenere una qualche conoscenza da una discussione ma solo a difendere il tuo (infondato) punto, oppure sei cerebralmente leso. Tertium non datur.

Traduco:

so benissimo cosa ne posso dedurre ma non mi va perché è scomodo, sta di fatto che mi sono appigliato ad una ricerca mirata ad ottenere quello che volevo e l'ho spacciata per oro colato, invece di esaminare anche altri risultati li ho bocciati come inattendibili perché non mi piacevano.

Le tue fonti inattendibili le hai ottenute digitando in un motore di ricerca una domanda che a me non andava bene e che mi sono guardato bene dall'usare, perché sapevo che i risultati potrebbero essere stati pericolosi per quello che sto sostenendo.

Tra cui spiccano due siti che riposrano studi e statistiche che a me non piacciono, e quindi li squalifico in base alle altre attività che svolgono, come la vecchietta bigotta che smette di comprare dal salumiere anche se i salumi sono ottimi perché è venuta a sapere che con una parte dei guadagni quello ci va a puttane.

seiemmezz ha scritto:Anzi ci ci sarebbe un tertium ma è troppo ridicolo per pensarlo: hai bisogno di ravvivare un po' il traffico del forum.

Veramente l'ho già dichiarato apertamente, vedi che non leggi quello che scrivo. Non si tratta di "Bisogno" perché questo non é un sito commerciale, ma non mi pare affatto ridicolo, anzi come vedi sta funzionando bene, facebook & Co. vivono di personaggi come te, io non faccio che utilizzare queste loro proprietà mgreen moon

seiemmezz ha scritto:Ma infatti non devi credermi perché faccio il consulente statistico o il ricercatore, devi pigliare le fonti serie in circolazione e leggerle. Visto che non puoi analizzarne i fatti da solo (questa non è un'offesa ma è normale che uno che studia glottologia non sappia, di norma, tirare una retta interpolata tra 125 punti) ti puoi sempre fidare delle conclusioni di fonti attendibili piuttosto che di BLOG DI RIVENDITA FUCILI DIO CANE. E' che  a te non te ne frega un cazzo di capire come stanno le cose, tu vuoi solo supportare ciò che credi.

Allora, in primis io non credo a niente, prendo atto di quanto vedo, e quello che vedo è che alle tue fonti si possono tranquillamente rivolgere le stesse accuse - rovesciate - che tu stai rivolgendo alle mie.

Sull'analisi dei dati potrei anche essere d'accordo, peccato però che

a) non si sa se TU sei in grado di "tirare una retta interpolata tra 125 punti", e comunque

b a mio parere questo conta poco perché come abbiamo visto analizzare i dati serve a capire come funzionano certe cose ma poi la soluzione non te la dà, o te ne da di irrealizzabili (sperizione completa delle armi dalla faccia della terra).

sui blog di rivendita ti rimando all'esempio del salumiere. E ripeto, come stanno le cose lo vedo benissimo, solo che la soluzione è irrealizzabile, ne occorrono di realizzabili (che mi pare di avere proposto abbondantemente).

seiemmezz ha scritto:Cosa hai dimostrato? Che mettendo parole a cazzo in duckduck escono siti che vendono pistole e che fanno propaganda che fa comodo a loro? Che dicono che i morti ammazzati con pistole in Italia sono più dei morti ammazzati in totale in Italia? Io ti ho dimostrato che con la stessa tecnica ne deduci che la terra è piatta, che l'urinoterapia funziona, che Dio esiste e che i Persiani sono stati istruiti dagli Annunaki.

No, ho dimostrato che inserendo una chiave di ricerca NEUTRALE tipo "rapporto tra numero di armi in circolazione e tasso di omicidi" escono dei risultati, di cui ho linkato i primi cinque. A prescindere dall'attendibilità o meno, la ricerca è stata condotta per quanto possibile senza alcun bias, ho anche usato un motore di ricerca diverso da google apposta per evitarlo (sappiamo tutti che google "impara" e poi propone ad hoc)

Grassettato: ma infatti con le tue analisi dei dati è proprio quello che stai facendo! ahahahahahah

seiemmezz ha scritto:Il Washington post è il diocane di giornale da cui hanno preso i numerini, proprio quelli che mostrano una netta tendenza alla crescita dei morti con la crescita del numero di armi, solo che essendo citato da braccia rubate all'agricoltura, neanche se ne sono accorti.

va bene, allora me lo mostri perché io mi ricordo di una tabella - certamente non compilata da venditori di fucili - con delle cifre, dalle quali io ho anche tratto un confronto diretto tra Germania e cialtronia, dal quale si vede che in cialtronia c'é il triplo degli omicidi con un terzo delle armi (conosciute, ok, ma questo vale per ambi i paesi).

seiemmezz ha scritto:Benissimo, ora diventa il profeta del dubbio. L'agnostico de noantri. Tu cosa cazzo ne sai di studi seri scusa? No perché sarei curioso di capirlo.

So, almeno per quanto riguarda dererminati campi (medicina e  sport) dove trovarli.

Ma anche in questo caso non è difficile, prendo anzi uno dei casi peggiori, gli USA, qui uno stralcio

The overall homicide rate, among the metro areas whose principal city is in a state that requires some form of permit to purchase a gun, is 4.32 per 100,000 residents, compared with 5.74 among cities in no-permit states. This certainly does not confirm the gun control = higher violent crime hypothesis. Quite the opposite.

QUI l'articolo, nel quale, circa a metà, si cita questo

https://www.fbi.gov/about-us/cjis/ucr/crime-in-the-u.s/2013/crime-in-the-u.s.-2013/tables/6tabledatadecpdf/table-6

(link intero se no ho visto che può non funzionare)

lo studio citato nell'articolo a cui fa riferimento lo stesso, ovviamente stilato dalla lobby guerrafondaia americana che ha tutto l'interesse ad armare i cittadini  carneval

seiemmezz ha scritto:La PAT non so neanche che cazzo sia, e la tua ignoranza non è certificata dai miei titoli di studio, ma dal fatto che anche un bambino di prima media dopo che ha sostenuto le stronzate che sostieni tu, ad esempio sulle correlazioni tra variabili, può aprire un link in Wikipedia e rendersi conto che ha detto stronzate.
E anche uno che ha studiato statistica al bar del paese capisce che  inserire una chiave di ricerca neutrale e pigliare a cazzo i primi cinque risultati è una stronzata madornale.


P.A.T. = Provincia Autonoma di Trento, noto ente mangiasoldi di ladri ed ammanicati.

Siamo al fondo del barile, tipo marisella che si sente in obbligo di sbandierare i trenta e lode ad ogni piè sospinto...che tristezza. Sul resto ti rimando al link qui sopra.


seiemmezz ha scritto:I risultati sono che, ad esempio, se fai così capisci quanto è nocivo il fumo, se fai come dici tu, no. E puoi tranquillamente (ed erroneamente) sostenere che non sia nocivo. NON ESISTE AL MONDO UN RICERCATORE SERIO CHE POSSA PENSARE DI PROCEDERE NELLA MANIERA DA TE DESCRITTA MADONNA INCORONETA DELLE ROSE. PERCHE' NON FUNZIONA. I metodi statistici servono per togliere il rumore ed evidenziare il segnale, non per aggiungere rumore e nascondere il segnale.

Ci risiamo. L'analisi delle cause non elimina il problema se la soluzione è irreallizzabile, lo capisci o no? Qualunque cosa tu faccia dire alle statistiche, molte delle quali sono fatte proprio per quello, come l'esempio che ho fatto qui, che è reale:


http://atei.forumitalian.com/t7084p375-diritti-inalienabili#380532

seiemmezz ha scritto:No dai, è una candid camera, non ci credo.
Il giorno che vorrò discutere su quanto influisca la povertà sul numero di morti andrò a prendere due stati con lo stesso n. di armi in circolo e possibilmente altre variabili simili (cosa molto più difficile perché raggruppa in sé numerosi fattori) e ne dedurrò che ne produce molti (e ovviamente molti più che la differenza in numero d'armi, ma che cazzo c'entra?)

si tratta di una semplice applicazione del TUO  metodo (in questo senso sí, è una candid camera mgreen )

seiemmezz ha scritto:Respira e pensa un attimo. No dico davvero, respira perchè ho avuto l'illusione di vedere un bagliore. Secondo il tuo modo di pensare dovremmo interrompere all'istante ogni campagna contro l'obesità perché in Etiopia non hanno obesi eppure muoiono molto prima che in Europa.

È il TUO modo di analizzare i dati, mica il mio eh...

seiemmezz ha scritto:Ma vai a cagare tu e la cruda realtà.

Che non ti interessasse si era capito da un pezzo, a te interessano i giochini con l'analisi dei dati, non altro.

seiemmezz ha scritto:Io voglio sapere se X è dannoso o meno, non la strategia per salvare il mondo da tutti i mali. Come faccio?

Vedi che lo ammetti: le soluzioni non ti interessano. Se è impossible eliminare X, cosa fai? Giocherelli con le statistiche per mostrare che proibendolo si riduce?

seiemmezz ha scritto:Mi spiace deluderti. Se vuoi parliamo dei miei lavori in area privata, anche se, vista la rarità del lavoro che svolgo, rendermi riconoscibile da uno che si fa la barba con la pistola nelle braghe mi preoccupa non poco

Immagino sia uno scherzo, altrimenti anche qui si vedrebbe la tua percezione della realtà: abito ad alcune centinaia di km da te e quello è un revolver, non un missile balistico ahahahahahah

immagino (spero) comunque che la "rarità" abbia poco a che vedere con statistiche, e che forse il vero motivo è l'imbarazzo che pensi potrebbe crearti. Comunque sono cazzi tuoi, qua abbiamo avuto un ferroviere in pensione che quanto a cervello e preparazione dava la biada alla maggiornza dei laureati pluriqualificati salcazz

se questo ti può essere d'aiuto.

qui vale la pena di quotare ambe frasi:


Classico della logica del mezzemaniche amministrativo invece è la cecità di fronte ai casi in cui la prevenzione è possibile e quelli in cui non lo è ed occorre curare.

seiemmezz ha scritto:Se questa è la logica del mezzemaniche, mi spiace per te ma il mezzemaniche ha ragione.

Lascio a chi legge trarre le debite conclusioni.

seiemmezz ha scritto:Per la coppietta di Rimini Salvini insegna: tutti i neger rimangono a casa loro e fine della storia. Per gli sbronzi, certo che la seconda soluzione sarebbe migliore ma temo che costi ed impegni siano ben diversi. C'è poco da fare, quando i Tutor sono accesi, vanno tutti entro i limiti. Se uno ha la certezza del controllo, salvo che non sia un mona patentato, non beve.

- Négher: perfettamente d'accordo, peccato che al momento la soluzione sia irrealizzabile.

- Alcol alla guida: si tratta di valutare, certo che finché costi ed impegni non portano voti a chi sul cadreghino interessano solo quelli, non se nefa niente.

- Tutor: vuoi dire che in Cialtronia (ed anche qui, li abbiamo i controlli) le multe per eccesso di velocità appioppate col tutor sono scese a zero?

- Ultima frase: ti posso solo dire perché non bevo io quando guido: non da quando esistono i controlli, ma da prima, quando una volta mi sono svegliato all'ospedale.

La certezza del controllo inoltre non c'è mai, non mi interessano le multe che quando ho potuto non ho mai pagato per principio, perché quello del sanzionare l'alcol alla guida è lo stesso della pattuglia col tutor che si apposta dietro una curva per fare la multa a chi eccede il limite DOPO avr creato un eventuale pericolo aziché appostarsi prima della curva in bella vista per PREVENIRE che qualcuno crei il pericolo.

È il sistema che stai difendendo.

seiemmezz ha scritto:Vabè. Com'era quella di tuo nonno?

Qui mi tocca concordare. nfatti quello che sto perorando io non è "tutti armati e via", è, invece di demonizzare uno strumento che se impiegato appropriatamente serve a garantire un diritto fondamentale - quello alla difesa personale - insegnare ad usarlo, a maneggiarlo ed a conoscrlo, proprio come si fa con la patente di guida (la quale tra l'altro porta non pochi soldi nelle casse erariali, direttamente ed indirettamente, acquisto di auto, bollo, assicurazione ec)

Perché non seguire lo stesso procedimento con le armi?

seiemmezz ha scritto:E il giorno che decidi di usarlo per ammazzare qualcuno lo diventa ancora di più.
Poi sta cosa di saperlo usare mi sa tanto da rambata delle 22:14. Dai torna coi piedi a terra. Sei in spiaggia con la tua ragazza che pomici, hai la pistola carica nelle mutande? Fai scanning ambientale ogni 30 secondi in cerca di possibili pericoli o ti concentri sulle zinne? Se la risposta è la prima allora la tua vita è già un inferno, non ti resta che sperare di morire il prima possibile.


Qui sei tu quello che non sa di cosa parla. Ti svelo un segreto, visto che io per il porto d'arma un esamino ho dovuto passarlo: la difesa personale non è fatta di esercizi al poligono né di allenamenti in paletra con prese e colpi segreti di kravmagá mav'kagà etc., lo sai di cosa è fatta? È fatta al 95% di una cosina chiamata PREVENZIONE.

Significa ad esempio che se io passeggiando vedo un gruppetto di giovinastri sul marciapiede che confabulano tra loro e ridacchiano guardando nella mia direzione, non ci passeggio apposta in mezzo perché "tanto ho il ferro in tasca ah ah", no, anzi quella è una ragione in piu per fare quello che dovrebbe fare comunque chiunque abbia un minimo di buonsenso: attraversare la strada e procedere sul marciapiede opposto girando al largo, senza perderli d'occhio però.

Questo per fare un solo esempio, quello che tu chiami "la tua vita è già un inferno" io lo chiamo consapvolezza di quanto accade intorno a me, che si impara, diventa automatica e non disturba affatto.

seiemmezz ha scritto:Torniamo al caso normale: si avvicina un tizio che ti chiede di dove sei, a meno di un metro di distanza tempo che hai levato gli occhi dalle tette e li hai messi sul neger mimetico nella notte. Mettiamo pure che tu sia molto razzista e prevenuto e ti disgrovigli dall'abbraccio della suddetta dama e cominci a cercare la pistola in cintura. Ti va bene, fai il piccolo killer, quattro colpi precisi, quattro feriti a terra (guarda non te li faccio neanche ammazzare così ti evito rogne) oppure ne ferisci uno e gli altri si cagano e se la danno a gambe. Quante volte può andare così bene? Tiri fuori la pistola  uno lo ammazzi gli altri ti sono addosso in tre, te la infilano in culo e tirano il grilletto. Tiri fuori la pistola e tilti perché sei allenato in un cazzo di poligono ma in vita tua non hai mai sparato a quattro tizi che ti saltano addosso, becchi la morosa nella pancia così le fai un buco in più per soddisfare i tuoi nuovi amici.
Dai, dai, dai.

Ripeto: è sempre piu evidente che non sai di cosa stai parlando. La realtà è ben diversa, nella maggioranza dei casi l'approccio dei malintenzionati è graduale (proprio perché "tastano il terreno") e diventa violento solo dopo che si sentono sicuri, vedi proprio il caso di Rimini.

Il grassettato rappresenza tale maggioranza, va detto che i casi conosciuti potrebbero essere troppo pochi per dare un quadro apprezzabile della situazione.

seiemmezz ha scritto:Mi compiaccio, quindi dove rispondo alle ultime cagate
affermazioni che hai lasciato di là?

qui, se vuoi.  I copincolla li sai fare, ed i quote anche.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mar 24 Ott - 14:02

Momentaneamente rispondo solo a questo, magari sta sera al resto:


The overall homicide rate, among the metro areas whose principal city is in a state that requires some form of permit to purchase a gun, is 4.32 per 100,000 residents, compared with 5.74 among cities in no-permit states. This certainly does not confirm the gun control = higher violent crime hypothesis. Quite the opposite.

QUI l'articolo, nel quale, circa a metà, si cita questo

https://www.fbi.gov/about-us/cjis/ucr/crime-in-the-u.s/2013/crime-in-the-u.s.-2013/tables/6tabledatadecpdf/table-6

(link intero se no ho visto che può non funzionare)

lo studio citato nell'articolo a cui fa riferimento lo stesso, ovviamente stilato dalla lobby guerrafondaia americana che ha tutto l'interesse ad armare i cittadini
Scusa hai letto bene? Se sì, non ho capito cosa stai sostenendo.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mar 24 Ott - 17:24

SETH OTH ha scritto:Momentaneamente rispondo solo a questo, magari sta sera al resto:


The overall homicide rate, among the metro areas whose principal city is in a state that requires some form of permit to purchase a gun, is 4.32 per 100,000 residents, compared with 5.74 among cities in no-permit states. This certainly does not confirm the gun control = higher violent crime hypothesis. Quite the opposite.

QUI l'articolo, nel quale, circa a metà, si cita questo

https://www.fbi.gov/about-us/cjis/ucr/crime-in-the-u.s/2013/crime-in-the-u.s.-2013/tables/6tabledatadecpdf/table-6

(link intero se no ho visto che può non funzionare)

lo studio citato nell'articolo a cui fa riferimento lo stesso, ovviamente stilato dalla lobby guerrafondaia americana che ha tutto l'interesse ad armare i cittadini
Scusa hai letto bene? Se sì, non ho capito cosa stai sostenendo.

Devi scendere più o meno a metà pagina eleggere il seguito, ecco qui un altro stralcio

Similarly, the overall burglary rate, among the metro areas whose principal city is in a state that requires some form of permit to purchase a gun, is 442 per 100,000 residents, compared with 690 among cities in no-permit states. As before, the rate is somewhat higher in no-permit areas, although given the limitations of this analysis we caution against drawing any conclusions beyond the simple fact that no-permit areas clearly do not have lower crime rates, overall, than areas where permits are required.

ripeto, ho preso apposta un'indagine relativa agli USA perché è là che la questione è più controversa e tendente ad appoggiare la tesi che tu sostieni. Quello che vedo io, in pratica, è che il tasso di criminalità è piuttosto indipendente la più o meno libera circolazione/vendita di armi.

Ma puoi leggere tutto l'articolon se vuoi

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Mar 24 Ott - 19:53

Doorstop ha scritto:
Traduco:
so benissimo cosa ne posso dedurre ma non mi va perché è scomodo, sta di fatto che mi sono appigliato ad una ricerca mirata ad ottenere quello che volevo e l'ho spacciata per oro colato, invece di esaminare anche altri risultati li ho bocciati come inattendibili perché non mi piacevano.
Tra cui spiccano due siti che riposrano studi e statistiche che a me non piacciono[che dicono quello che sostengo io], e quindi li squalifico in base alle altre attività che svolgono, come la vecchietta bigotta che smette di comprare dal salumiere anche se i salumi sono ottimi perché è venuta a sapere che con una parte dei guadagni quello ci va a puttane.
A credulo, la smetti di dire puttanate?
Ma cosa devo leggere...COSA DEVO LEGGERE????
Le Scienze, UNODC, BJS, Archivio nazionale di giustizia criminale, American Journal of Medicine,
sono cose che TU hai bocciato come inattendibili preferendo loro TIROALPIATTELLO PUNTO ORG, DEMONINERI DOT COM E ARMIPEDIA.
DOBBIAMO DAVVERO PARLARE DI QUESTO?
Davvero pensi che sia forse equivalente affrontare il tema dell'efficacia dei vaccini mettendo sullo stesso piano "appigliarsi" al Lancet ( ahahahahahah ) e scrivendo su Duckduck il neutrale "ma i vaccini fanno venire l'autismo?" e poi portare a sostegno CURARSICOLVEGBICARBONATOPRANICO?

COSA
CAZZO
STAI
DICENDO

Mi ripeto:
Se pensi che questi due modi di affrontare una discussione per informarsi sui fatti (giusto per rifarsi al tuo "Anche queste tutte cose che posso sostenere su di te con lo stesso medesimo diritto") siano equivalenti, o sei massimamente disonesto e assolutamente disinteressato ad ottenere una qualche conoscenza da una discussione ma solo a difendere il tuo (infondato) punto, oppure sei cerebralmente leso.


Questo purtroppo è il problema della diffusione delle informazioni nella rete. Milioni di ignoranti completi (che magari si credono dottori per infusione divina) hanno accesso a milioni di informazioni senza le basi per comprenderle né per discriminare quelle plausibili da quelle che non lo sono. E abboccano ad ogni bufala appositamente studiata per il loro livello. Se sei antivaccinista, quellocheiltuomediconondice punto it  ti racconta che il morbo nero viene inoculato a tuo figlio insieme ai vaccini, e tu ci credi perché ti piace e quindi lo eleggi a fonte a verità; se sei un po' viaggiatore del mondo torniamoallafrica punto com ti racconta che lo zucchero bianco inventato dalla società occidentale ti ammazza e devi mangiare quello di canna, e tu ci credi perché ti piace ma non hai gli strumenti cognitivi per capire chi e cosa ti racconta queste balle; se sei femminista wlapassera e pancine punto it ti raccontano che il Tampax è uno strumento di oppressione fallocratica e tu devi sanguinare liberamente in metro e tu ci credi perché l'utero è tuo e lo gestisci tu e se sei mattoguerra  veriuominidellillinois ti racconta che una società più armata è una società più libera (cit.) e tu ci credi, perché sentire l'odore di polvere da sparo te lo fa venire duro. Ma di capire se le palle che ti raccontano hanno senso o di andare a verificare i dati alla fonte non ti passa neanche per l'anticamera del cervello, e anche se passasse non saresti in grado di farlo.

Bene direi che sul "appigliarsi a ricerche mirate" perché linko le statistiche delle nazioni unite, AJM e Le Scienze invece di confrontarmi con le ricerche serie di un blog che vende fucili in sconto, mi sono ampiamente sfasciato i coglioni di dibattere con chi le cose non le vuole o può capire, oltre ad essere andato ben oltre i limiti dell'offesa all'intelligenza umana. Torna pure tra i creduli del tuo calibro a disquisire del dogma trinitario, son sicuro che con gente di quel genere ti troverai perfettamente a tuo agio.

inchino
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mar 24 Ott - 20:20

Pigrone, hai ignorato parecchio di quello che non ti fa comodo. Elimino quanto andrebbe citato nel thread dedicato al tuo modo di discutere e vedo - se resta qualcosa - di rispondervi.

SETH OTH ha scritto:
Doorstop ha scritto:
Traduco:
so benissimo cosa ne posso dedurre ma non mi va perché è scomodo, sta di fatto che mi sono appigliato ad una ricerca mirata ad ottenere quello che volevo e l'ho spacciata per oro colato, invece di esaminare anche altri risultati li ho bocciati come inattendibili perché non mi piacevano.
Tra cui spiccano due siti che riposrano studi e statistiche che a me non piacciono[che dicono quello che sostengo io], e quindi li squalifico in base alle altre attività che svolgono, come la vecchietta bigotta che smette di comprare dal salumiere anche se i salumi sono ottimi perché è venuta a sapere che con una parte dei guadagni quello ci va a puttane.

(PUTTANATE VOLTE A SCREDITARE LE MIE FONTI MENTENDO ANCHE SUI NOMI DEI SITI ED AD ACCREDITARE LE TUE ARBITRARIAMENTE MEDIANTE PRINCIPIO AD AUCTORITATEM NONCHÉ APPREZZAMENTI AD PERSONAM)


SETH OTH ha scritto:Questo purtroppo è il problema della diffusione delle informazioni nella rete. Milioni di ignoranti completi (che magari si credono dottori per infusione divina) hanno accesso a milioni di informazioni senza le basi per comprenderle né per discriminare quelle plausibili da quelle che non lo sono.

Fin qui ci siamo, effettivamente è un problema.

SETH OTH ha scritto:E abboccano ad ogni bufala appositamente studiata per il loro livello. Se sei antivaccinista, quellocheiltuomediconondice punto it  ti racconta che il morbo nero viene inoculato a tuo figlio insieme ai vaccini, e tu ci credi perché ti piace e quindi lo eleggi a fonte a verità; se sei un po' viaggiatore del mondo torniamoallafrica punto com ti racconta che lo zucchero bianco inventato dalla società occidentale ti ammazza e devi mangiare quello di canna, e tu ci credi perché ti piace ma non hai gli strumenti cognitivi per capire chi e cosa ti racconta queste balle; se sei femminista wlapassera e pancine punto it ti raccontano che il Tampax è uno strumento di oppressione fallocratica e tu devi sanguinare liberamente in metro e tu ci credi perché l'utero è tuo e lo gestisci tu e se sei mattoguerra  veriuominidellillinois ti racconta che una società più armata è una società più libera (cit.) e tu ci credi, perché sentire l'odore di polvere da sparo te lo fa venire duro.

E qui siamo messi meno bene, perché appunto tutto quello che stai affermando si può benissimo rivolgere anche nei tuoi confronti.

SETH OTH ha scritto:Ma di capire se le palle che ti raccontano hanno senso o di andare a verificare i dati alla fonte non ti passa neanche per l'anticamera del cervello, e anche se passasse non saresti in grado di farlo.

Qua andiamo dalla Val Non alla val di Sole (di Malè in Pejo  mgreen ) perché ignori che io a verificare le fonti ci sono andato (una era l'FBI, se ti fosse sfuggito), e inoltre non mi pare di avere mai spacciato nulla per oro colato come fai tu, ho semplicemente proposto e presentato senza troppi commmenti; invece di eventualmente sbufalare articolatamente e con prove, ho visto quasi esclusivamente sbeffeggi ed un arrogarsi arbitrariamente delle capacità/qualifiche non sostenute altro che dalle tue affermazioni; se non sbaglio si chiama autoreferenzialità, è vero perché lo dico io, sono capace di analizzzare i dati perché lo dico io e tu non ci capisci un cazzo ecceccecc.

SETH OTH ha scritto:Bene direi che sul "appigliarsi a ricerche mirate" perché linko le statistiche delle nazioni unite, AJM e Le Scienze invece di confrontarmi con le ricerche serie di un blog che vende fucili in sconto, mi sono ampiamente sfasciato i coglioni di dibattere con chi le cose non le vuole o può capire, oltre ad essere andato ben oltre i limiti dell'offesa all'intelligenza umana. Torna pure tra i creduli del tuo calibro a disquisire del dogma trinitario, son sicuro che con gente di quel genere ti troverai perfettamente a tuo agio.

inchino

Va bene. Scemo io a credere fino all'ultimo che fosse possibile un dialogo, e magari anche imparare qualcosa, ma l'arroganza e la sicumera no, quelle mi rifiuto di impararle. saluto...

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Mer 25 Ott - 10:15


Mi rimaneva una mezz'oretta di tempo e mi sono preso la briga di leggere attentamente l'articolo, ho anche scaricato il PDF e me lo guarderò con calma. Si tratta di uno studio condotto impeccabilmente secondo il metodo scientifico, identico a quelli medici di PubMed, ed infatti (dall'abstract):

Background
Violent death is a serious problem in the United States. Previous research showing US rates of violent death compared with other high-income countries used data that are more than a decade old.

Questo lo si poteva già supporre, mi pare di vedere - sottinteso - che in paesi con maggiore povertà le cose potrebbbero stare peggio. Poi, dopo la spiegazione di metodi e risultati, che confermano pienamente l'abstract, conclude:

The United States has an enormous firearm problem compared with other high-income countries, with higher rates of homicide and firearm-related suicide. Compared with 2003 estimates, the US firearm death rate remains unchanged while firearm death rates in other countries decreased. Thus, the already high relative rates of firearm homicide, firearm suicide, and unintentional firearm death in the United States compared with other high-income countries increased between 2003 and 2010.

Indiscutibile e certamente attendibile.

Ora, lo studio

- riguarda esclusivamente gli USA

- non fa menzione delle leggi su diffusione e commercio di armi da fuoco

- non fa accenno sulla, e nemmeno ipotizza, la possibilità che con leggi più restrittive il problema si potrebbe circoscrivere

tratta esclusivamente quello che si propone, ovvero di stabilire la relazione tra diffusione di armi da fuoco negli USA ed il tasso di incidenti/mortalità dovuto ad esse.

Ora, a me pare si sia chiarito a sufficienza che dove le leggi sono più restrittive non necessariamente tale diffusione è inferiore (vedi ad es. il confronto Italia-Germania, paesi almeno in teoria perfettamente comparabili secondo i parametri stabiliti dallo studio di cui sopra).

Io ne concludo che:

- finora, solo per gli USA si è dimostrato che ad una maggiore diffusione di armi da fuoco corrisponde un maggiore numero di morti ammazzzati mediante le stesse

- finora, non si è affatto dimostrato che ad una maggiore restrittività delle leggi pertinenti corrisponde una minore diffusione delle armi (ocio, diffusione e basta, non si parla di armi legali od illegali quindi già il parametro "Diffusione" si fa alquanto incerto; per gli USA è ragionevole suppporre che si tratti di armi detenute legalmente).

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Rasputin il Gio 2 Nov - 1:59

Tirosú:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-12-22/lamerica-interroga-armi-citta-154130.shtml

e sono tentato di emigrare mgreen

Criminalità, zero virgola zero...

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da SETH OTH il Gio 2 Nov - 13:13

Uno legge un articolo del 2012, poi nel 2014 succedono certe cose epperò non fa niente...

http://edition.cnn.com/2014/05/09/us/georgia-fedex-shooting/index.html

E su cosa si scatenano i mattiguerra? Sul fatto che nel deposito del corriere non si potevano portare armi ahahahahahah
Non finiranno mai di stupirmi.

Ma io Kennesaw?

Beh premesso che anche fossimo al 2012, come tu m'insegni, una rondine non fa primavera, mentre una correlazione su milioni di casi sì, e abbiamo visto che la correlazione armi-omicidi c'è, è innegabile per chiunque sia in possesso di facoltà mentali normali e non sia prezzolato dai venditori di armi (ah, visto che lo scrivi spesso in giro, come mai qui niente cui prodest? Com'è sto fatto che la tua logika funziona a senso alternato di marcia?), ed è chiara in America come negli altri stati, possiamo anche prenderci la briga di andare a vedere qualcosa su quella rondine in particolare.
Sempre consci del fatto che comunque vale ancora questo:
https://en.wikipedia.org/wiki/Dickey_Amendment_(1996)
e che quindi non si possono dire quanti cittadini di Kennesaw si siano fatti male pre e post legge (non so se questo almeno ti pare normale, ma mi raccomando, c'ha sempre ragggione tiroalpiattello.org ).

https://www.scientificamerican.com/article/more-guns-do-not-stop-more-crimes-evidence-shows/

Cioè cos'hanno fatto i furboni di mattiguerra? Hanno preso un anno sfigatissimo pre legge obbligo armi ( quant'è la varianza per anno attesa su 30000 persone Rasputin?) e l'hanno confrontato con la media post legge. Et voilà: Kennesaw diventa il paradiso dopo l'introduzione obbligatoria delle armi!

Esattamente come per "le preghiere aumentano la possibilità di far guarire i nostri cari" , ogni news ha il suo target di fedeli poveri in spirito da accontentare.
avatar
SETH OTH
-------------
-------------

Numero di messaggi : 703
Età : 100
Occupazione/Hobby : Divinità.
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 17.06.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Diritti inalienabili

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 16 di 17 Precedente  1 ... 9 ... 15, 16, 17  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum