L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da holubice il Ven 31 Mar - 13:27

Auto elettriche: in Inghilterra la ricarica sarà in autostrada



"... Nel Regno Unito si sta infatti cercando di sviluppare un sistema simile al Wi-fi, in grado di ricaricare le batterie delle auto elettriche. In che modo? Prendendo ispirazione dai caricatori wireless per cellulari: lungo l’asse viario si inserirà un trasmettitore elettromagnetico che induce tensione in un ricevitore integrato nella parte inferiore della macchina. La tensione potrà quindi essere utilizzata per caricare la batteria.

Le autostrade inglesi hanno già investito 200mila sterline per verificare le potenzialità di quello che può essere definito un “sistema di ricarica dinamica sotto la superficie stradale“. Un’idea che ha trovato un avamposto in Corea del Sud, dove esiste già un tratto di strada lungo 12,5 km in grado di caricare speciali bus elettrici con ricarica ad induzione. Il prototipo inglese è allo studio dal 2013 e si concluderà entro la fine di quest’anno, quando inizieranno le prime prove fuori dai laboratori. Gli automobilisti potranno poi dire addio al rischio di restare appiedati nel mezzo della guida e all’ansia di dover pianificare i propri viaggi in base alla presenza lungo il tragitto di punti di ricarica elettrica. ... (CONTINUA NEL LINK)"



L'idea sarebbe l'uovo di colombo: ricevendo l'elettricità direttamente dall'asfalto, la futura auto elettrica non ha più bisogno di un grosso pacco batterie per muoversi. A spanne il 90% del costo di una Tesla è dato dal suo enorme numero di batterie sotto il cofano. Oltre a non costare più niente, le future auto elettriche saranno anche molto più leggere. Resterà il bisogno di una piccola batteria per muoversi in quei brevi tratti (sterrati) in cui il filo sotto l'asfalto non passa.

ok
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da holubice il Ven 31 Mar - 13:55

In Israele stanno sperimentando un autobus del genere ...

ElectRoad: ricarica senza fili alla prova in Israele



"... L’idea è stata partorita da ElectRoad, startup di Tel Aviv. Come scrive Lifegate, ha ricevuto un finanziamento anche dal progetto europeo Horizon 2020. I primi venti metri di sistema sono già stati installati. Del resto la tecnologia prevede semplicemente che venga apposta una striscia in gomma e rame all’interno della strada, dopo aver grattato via qualche centimetro di asfalto. Lungo i lati della strada vengono inoltre installati degli inverter. Questi trasmettono l’elettricità alla striscia disposta lungo la strada, a poca distanza dalla bobina posta all’interno dell’autobus che, passandoci sopra, si ricarica. La collaborazione tra la startup e la città di Tel Aviv, annunciata qualche mese fa, ha l’obiettivo di testare il sistema con un autobus elettrico pubblico.
Basta stazioni, solo “corsie verdi”
Naturalmente non sarebbero solo i bus a beneficiare del sistema, ma anche le auto elettriche. L’idea di ElectRoad è quella di realizzare delle corsie “verdi”, pensate apposta per consentire ai mezzi di “fare il pieno” circolandovi sopra. Il vantaggio, specialmente nel caso degli autobus, è presto detto. Le batterie sono costose e pesanti. La diffusione di un sistema del genere consentirebbe al veicolo di circolare con batterie molto più piccole e leggere. Inoltre, rende possibile effettuare la ricarica in modalità wireless, senza doversi fermare e attaccare alcuna presa alla corrente. ..."



Da come la vendono, basterebbe fare un solco di 8 centimetri nell'asfalto inserendovi una striscia di gomma e di rame, e il sistema è pronto. Questo, tra l'altro, permetterebbe di avere anche camion elettrici, e non solo auto come adesso. Perché nel caso dei camion le batterie dovrebbero essere così tante, e così pesanti, da rendere impossibile il passaggio al motore elettrico.

ok
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Rasputin il Ven 31 Mar - 18:19

Uhm...tutto "Verde" ma potrebbe essere solo apparenza.

Perché pare che - come nel caso delle lampadine a basso consumo energetico - nessuno pensi ai costi ed all'impatto ecologico che conseguono dalla produzione di tutti questi sistemi.

Le suddette lampadine ad esempio consumano sí molta meno corrente, ma per farle ce ne vuole il quadruplo, e per comprarle anche...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49876
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Minsky il Ven 31 Mar - 21:09

holubice ha scritto:
L'idea sarebbe l'uovo di colombo: ricevendo l'elettricità direttamente dall'asfalto, la futura auto elettrica non ha più bisogno di un grosso pacco batterie per muoversi. A spanne il 90% del costo di una Tesla è dato dal suo enorme numero di batterie sotto il cofano. Oltre a non costare più niente, le future auto elettriche saranno anche molto più leggere. Resterà il bisogno di una piccola batteria per muoversi in quei brevi tratti (sterrati) in cui il filo sotto l'asfalto non passa.

ok
Molto interessante ma il trasferimento di energia per induzione magnetica è inefficiente. Su una distanza di almeno una ventina di cm, poi... È tanto. Finché si tratta di ricaricare un telefonino, poco importa se consumi 10 W per trasferirne 5, ma se stai alimentando un'autostrada trafficata... diventano gigawatt... una perdita del 50% vuol dire uno spreco enorme.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14424
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da holubice il Sab 1 Apr - 6:45

Minsky ha scritto:
holubice ha scritto:
L'idea sarebbe l'uovo di colombo: ricevendo l'elettricità direttamente dall'asfalto, la futura auto elettrica non ha più bisogno di un grosso pacco batterie per muoversi. A spanne il 90% del costo di una Tesla è dato dal suo enorme numero di batterie sotto il cofano. Oltre a non costare più niente, le future auto elettriche saranno anche molto più leggere. Resterà il bisogno di una piccola batteria per muoversi in quei brevi tratti (sterrati) in cui il filo sotto l'asfalto non passa.

ok
Molto interessante ma il trasferimento di energia per induzione magnetica è inefficiente. Su una distanza di almeno una ventina di cm, poi... È tanto. Finché si tratta di ricaricare un telefonino, poco importa se consumi 10 W per trasferirne 5, ma se stai alimentando un'autostrada trafficata... diventano gigawatt... una perdita del 50% vuol dire uno spreco enorme.
Da ignorante,
non si potrebbero mettere una strelliera di fili, molto sottili, a distanza di 10 cm l'uno dall'altro, in modo che tocchino per terra strisciando?
Un po' come si fa ora con i fili per scaricare l'elettricità elettrostatica.

Io da bimbo avevo la pista della Polistil, e funzionava benissimo. Intendo una roba del genere. Solo non so come fare in modo che nessun pedone o ciclista ci rimanga folgorato.

E poi ci sarebbe il problema della neve.

Boh...!
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da holubice il Sab 1 Apr - 6:50

Rasputin ha scritto:Uhm...tutto "Verde" ma potrebbe essere solo apparenza.

Perché pare che - come nel caso delle lampadine a basso consumo energetico - nessuno pensi ai costi ed all'impatto ecologico che conseguono dalla produzione di tutti questi sistemi.

Le suddette lampadine ad esempio consumano sí molta meno corrente, ma per farle ce ne vuole il quadruplo, e per comprarle anche...
Ho trovato un pacco di lampade led, dieci pezzi, a 44,50 euro. 17 watt assorbiti, 125 watt di resa equivalente. Con 25.000 ore di durata.

No, ormai i led hanno tolto tutti gli alibi. Semmai è stato criminale non farlo prima, dato che sono stati scoperti molto tempo fa...

avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6214
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Minsky il Sab 1 Apr - 10:07

holubice ha scritto:
Da ignorante,
non si potrebbero mettere una strelliera di fili, molto sottili, a distanza di 10 cm l'uno dall'altro, in modo che tocchino per terra strisciando?
Un po' come si fa ora con i fili per scaricare l'elettricità elettrostatica.

Io da bimbo avevo la pista della Polistil, e funzionava benissimo. Intendo una roba del genere. Solo non so come fare in modo che nessun pedone o ciclista ci rimanga folgorato.

E poi ci sarebbe il problema della neve.

Boh...!
No, l'idea di elettrificare le strade non è male, in effetti se fosse stata realizzata ancora tempo fa, e si poteva fare perché la tecnologia era già pronta, oggi staremmo molto meglio. È l'idea di usare l'induzione magnetica che mi sembra balorda. L'accoppiamento magnetico diminuisce con il quadrato della distanza, quindi immaginando di dover mantenere almeno alcuni cm di spazio tra la strada e il pianale della vettura, è come avere un trasformatore con un traferro cento volte più spesso! L'accoppiamento si riduce di un fattore diecimila volte! E per giunta, i due risonatori non stanno belli fermi uno di fronte all'altro, ma scorrono via a 100 km/h! Voglio vedere come riesci a trasferire energia, forse in brevissimi burst di qualche millisecondo!
Certo, la soluzione potrebbe essere mettere dei collettori di rame (stiamo attenti però che arrivano i rumeni e te li portano via mentre ci stai correndo sopra) al centro della corsia, con un sistema di guida elettromagnetico in modo da mantenere le spazzole del veicolo esattamente sopra i collettori. Il problema della sicurezza dei pedoni si risolve con un sistema di connessione dinamica: i collettori sono suddivisi in brevi segmenti, un segmento è attivo (elettrificato) solo quando ci sta correndo un veicolo. Se il pedone attraversa mentre passa un'auto, si prende la scossa e in più viene investito, ma questo ovviamente non si può evitare. Inoltre così si risolve il problema di capire chi ha consumato l'energia: il sistema connette la striscia, registra l'identificativo del veicolo in transito, e addebita la corrente assorbita al conto del proprietario dell'auto. Questo se si vuole essere precisi e che ognuno paghi esattamente quello che consuma, altrimenti si può fare con un sistema forfetario, incluso nella tariffa dell'autostrada, per esempio. Non fa una gran differenza.
Un sistema come questo è già stato realizzato dall'Ansaldo anni fa per un tram elettrico, un progetto molto ben studiato ma che grazie alla cialtroneria italiota non ha avuto seguito. Infatti qui a Venezia abbiamo speso un miliardo per un tram costruito con la tecnologia del 1910: linea elettrica aerea con i cavi agganciati ai muri delle case. Un obbrobrio.


Ultima modifica di Minsky il Sab 1 Apr - 10:23, modificato 1 volta

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14424
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Minsky il Sab 1 Apr - 10:22

holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:Uhm...tutto "Verde" ma potrebbe essere solo apparenza.

Perché pare che - come  nel caso delle lampadine a basso consumo energetico - nessuno pensi ai costi ed all'impatto ecologico che conseguono dalla produzione di tutti questi sistemi.

Le suddette lampadine ad esempio consumano sí molta meno corrente, ma per farle ce ne vuole il quadruplo, e per comprarle anche...
Ho trovato un pacco di lampade led, dieci pezzi, a 44,50 euro. 17 watt assorbiti, 125 watt di resa equivalente. Con 25.000 ore di durata.

No, ormai i led hanno tolto tutti gli alibi. Semmai è stato criminale non farlo prima, dato che sono stati scoperti molto tempo fa...

Sì, i LED sono in commercio da circa 40 anni, ma okkio che i primi erano costosi e facevano una luce molto fioca, e non erano più efficienti di una lampadina. È solo da qualche anno che abbiamo i LED a luce bianca, grazie a Akasaki, Amano e Nakamura, che hanno inventato il LED blu. Senza il blu, non si ottiene il bianco!
Dopo quella scoperta (dei primi anni '90), la ricerca ha perfezionato l'efficienza sino a raggiungere le ottime prestazioni attuali, che rendono i LED molto più efficienti di ogni altra fonte luminosa. Ma la frontiera è ancora più avanti... pensa che al MIT hanno raggiunto un'efficienza del 230%: Ultra-efficient LED puts out more power than is pumped in .

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14424
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Rasputin il Sab 1 Apr - 11:24

Minsky ha scritto:
holubice ha scritto:
Rasputin ha scritto:Uhm...tutto "Verde" ma potrebbe essere solo apparenza.

Perché pare che - come  nel caso delle lampadine a basso consumo energetico - nessuno pensi ai costi ed all'impatto ecologico che conseguono dalla produzione di tutti questi sistemi.

Le suddette lampadine ad esempio consumano sí molta meno corrente, ma per farle ce ne vuole il quadruplo, e per comprarle anche...
Ho trovato un pacco di lampade led, dieci pezzi, a 44,50 euro. 17 watt assorbiti, 125 watt di resa equivalente. Con 25.000 ore di durata.

No, ormai i led hanno tolto tutti gli alibi. Semmai è stato criminale non farlo prima, dato che sono stati scoperti molto tempo fa...

Sì, i LED sono in commercio da circa 40 anni, ma okkio che i primi erano costosi e facevano una luce molto fioca, e non erano più efficienti di una lampadina. È solo da qualche anno che abbiamo i LED a luce bianca, grazie a Akasaki, Amano e Nakamura, che hanno inventato il LED blu. Senza il blu, non si ottiene il bianco!
Dopo quella scoperta (dei primi anni '90), la ricerca ha perfezionato l'efficienza sino a raggiungere le ottime prestazioni attuali, che rendono i LED molto più efficienti di ogni altra fonte luminosa. Ma la frontiera è ancora più avanti... pensa che al MIT hanno raggiunto un'efficienza del 230%: Ultra-efficient LED puts out more power than is pumped in .

Uhm...non è la reinvenzione del perpetuum mobile? Royales

Scherzi a parte, io ribadisco: le lampadine a basso consumo energetico non mi convincono del tutto. Certo per l'utente sono convenienti, se ti ci equipaggi tutta la casa prima o poi lo noti sulle bollette della luce, ma non sono sicuro che in termini di impatto medioambientale e costi al momento della produzione la summa summarum del consumo energetico non sia maggiore...

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49876
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Minsky il Sab 1 Apr - 13:04

Rasputin ha scritto:

Uhm...non è la reinvenzione del perpetuum mobile? Royales
No, in realtà assorbono l'energia in più dall'ambiente. Sono macchine termodinamiche, come le termocoppie, che generano elettricità dal calore. In questo caso si generano fotoni.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14424
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Rasputin il Sab 1 Apr - 18:35

Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:

Uhm...non è la reinvenzione del perpetuum mobile? Royales
No, in realtà assorbono l'energia in più dall'ambiente. Sono macchine termodinamiche, come le termocoppie, che generano elettricità dal calore. In questo caso si generano fotoni.

Ok capito. Un po' come gli orologi a cellule solari/fotovoltaiche (Che non capisco perché abbiano cosí poco successo)

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49876
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Minsky il Sab 1 Apr - 18:49

Rasputin ha scritto:

Ok capito. Un po' come gli orologi a cellule solari/fotovoltaiche (Che non capisco perché abbiano cosí poco successo)
Forse perché ormai con una piletta al litio l'orologio funziona 10 anni. Se l'orologio è di plastica (come il mio 14,99 € al Decathlon) la pila dura il triplo del cinturino.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14424
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Rasputin il Sab 1 Apr - 18:56

Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:

Ok capito. Un po' come gli orologi a cellule solari/fotovoltaiche (Che non capisco perché abbiano cosí poco successo)
Forse perché ormai con una piletta al litio l'orologio funziona 10 anni. Se l'orologio è di plastica (come il mio 14,99 € al Decathlon) la pila dura il triplo del cinturino.

Vero anche questo...vale la pena di cambiare l'orologio al posto della pila  mgreen
anche i Kinetic della Seiko hanno avuto poco successo, un'idea geniale che sposava la precisione del quarzo con il fascino della ricarica meccanica, te li ricordi? Io ne ho avuto uno e l'ho perso stupidamemte, ancora oggi non so né come né dove wall2

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49876
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Minsky il Sab 1 Apr - 19:02

Rasputin ha scritto:

Vero anche questo...vale la pena di cambiare l'orologio al posto della pila  mgreen
anche i Kinetic della Seiko hanno avuto poco successo, un'idea geniale che sposava la precisione del quarzo con il fascino della ricarica meccanica, te li ricordi? Io ne ho avuto uno e l'ho perso stupidamemte, ancora oggi non so né come né dove wall2
Certo che me li ricordo. E prima ancora c'erano quelli meccanici che si ricaricavano con il movimento. Sembrava un'invenzione geniale. Se lo dimenticavi nel cassetto dopo mezza giornata lo ritrovavi fermo, però.

_________________
avatar
Minsky
--------------
--------------

Maschile Numero di messaggi : 14424
Età : 62
Località : Codroipo
Occupazione/Hobby : ateo guerriero
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 06.10.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'auto elettrica si ricarica in autostrada senza fermarsi a fare rifornimento

Messaggio Da Rasputin il Sab 1 Apr - 20:00

Minsky ha scritto:
Rasputin ha scritto:

Vero anche questo...vale la pena di cambiare l'orologio al posto della pila  mgreen
anche i Kinetic della Seiko hanno avuto poco successo, un'idea geniale che sposava la precisione del quarzo con il fascino della ricarica meccanica, te li ricordi? Io ne ho avuto uno e l'ho perso stupidamemte, ancora oggi non so né come né dove wall2
Certo che me li ricordo. E prima ancora c'erano quelli meccanici che si ricaricavano con il movimento. Sembrava un'invenzione geniale. Se lo dimenticavi nel cassetto dopo mezza giornata lo ritrovavi fermo, però.

"Quelli meccanici che si ricaricavano con il movimento" si chiamano automatici, ed esistono ancora, eccome

http://atei.forumitalian.com/t4259-orologi

e non "Sembra" un'invenzione geniale, lo è. I Kinetic sfruttano esattamente lo stesso principio, quello del rotore a volano, solo che invece della molla ricaricano un piccolo accumulatore. Un automatico di qualità si trova oggi a partire dai 1000-1500 neuri, ma ce ne sono anche da meno. Sono a tutt'oggi i più affidabili e tra i meno delicati, indossandoli sempre non si fermano mai e funzionano comunque anche per decenni senza o quasi bisognio (Dedicata a Marisella) di manutenzione.

_________________
I always have ammo in my back pocket weherever I go (Hickok45)

Vivo solo una volta, ma come vivo io, una volta basta.

Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)

avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 49876
Età : 56
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum