Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna

Messaggio Da holubice il Ven 27 Ott - 14:47

Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna Rajoy: «Ripristineremo la legalità»



"Il sì è arrivato: la Catalogna dichiara l’indipendenza dalla Spagna. Nel parlamento si canta l’inno Els Segadors, la bandiera coronata scompare, in piazza si festeggia mentre dal governo centrale, immediato, giunge il primo commento: «La legalità verrà ripristinata». Dopo giorni di tensione, di accelerazioni improvvise e frenate inaspettate, nel primo pomeriggio di venerdì si consuma, definitivo, lo strappo tra Barcellona e Madrid.
Il parlamento catalano ha approvato a scrutinio segreto la risoluzione che dichiara l’indipendenza dalla Spagna e la costituzione della Repubblica catalana e l’opposizione unionista non ha partecipato al voto. Subito dopo il sì, il Parlament catalano è esploso in un boato: i deputati in piedi hanno cantano l’inno nazionale dopo che la presidente Carme Forcadell ha annunciato l’adozione della dichiarazione d’indipendenza, seguito da grida di «Visca Repubblica» (Viva la Repubblica). Più nello specifico, il parlamento catalano ha aperto il «processo costituente» della Repubblica e deciso l’entrata in vigore della «legge di transizione giuridica e di fondazione della Repubblica»" (CONTINUA NEL LINK)


eeeeeeek
avatar
holubice
-------------
-------------

Numero di messaggi : 6285
Età : 115
Località : 43°91′45″N 12°91′91″E
Occupazione/Hobby : Novello Disoccupato
SCALA DI DAWKINS :
0 / 700 / 70

Data d'iscrizione : 28.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna

Messaggio Da Rasputin il Ven 27 Ott - 21:46

holubice ha scritto:Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna Rajoy: «Ripristineremo la legalità»



"Il sì è arrivato: la Catalogna dichiara l’indipendenza dalla Spagna. Nel parlamento si canta l’inno Els Segadors, la bandiera coronata scompare, in piazza si festeggia mentre dal governo centrale, immediato, giunge il primo commento: «La legalità verrà ripristinata». Dopo giorni di tensione, di accelerazioni improvvise e frenate inaspettate, nel primo pomeriggio di venerdì si consuma, definitivo, lo strappo tra Barcellona e Madrid.
Il parlamento catalano ha approvato a scrutinio segreto la risoluzione che dichiara l’indipendenza dalla Spagna e la costituzione della Repubblica catalana e l’opposizione unionista non ha partecipato al voto. Subito dopo il sì, il Parlament catalano è esploso in un boato: i deputati in piedi hanno cantano l’inno nazionale dopo che la presidente Carme Forcadell ha annunciato l’adozione della dichiarazione d’indipendenza, seguito da grida di «Visca Repubblica» (Viva la Repubblica). Più nello specifico, il parlamento catalano ha aperto il «processo costituente» della Repubblica e deciso l’entrata in vigore della «legge di transizione giuridica e di fondazione della Repubblica»" (CONTINUA NEL LINK)


eeeeeeek


cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers cheers

Spero che la tendenza si propaghi.

_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna

Messaggio Da Rasputin il Dom 5 Nov - 23:21


_________________
Ma cosa credi, che uno si sveglia una mattina e decide di lavorare in un carcere? Quella è gente perversa! (Vanessa Lutz)



Daremo fuoco a queste stanze prima che sia Natale

Demokratie hat nichts mit Freiheit, Menschenrechten oder Meinungsfreiheit zu tun. Es ist einfach nur die Herrschaft der Mehrheit.
avatar
Rasputin
..............
..............

Maschile Numero di messaggi : 51064
Età : 57
Località : Augusta vindelicorum
Occupazione/Hobby : Antinazista non praticante-libido post eroina amplificata da alcol e anfetamine
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 28.10.09

Tornare in alto Andare in basso

Re: Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna

Messaggio Da marisella il Mer 8 Nov - 22:56

 Ricordiamo i principi del federalismo:
 1) Nessuno stato é davvero una "nazione" (vocabolo con l'etimologia di "nascere"; e in latino "natio" é l'equivalente del greco g(h)enea, genìa, stirpe, discendenza, razza). La "nazionalità", più che l'appartenenza a una "nazione" è un "sentimento di appartenenza". Noi ci senriamo "italiani" perchè l'Italia é di fatto uno Stato che, attraverso l'apparato istituzionale ci comanda e ci tiene insieme.
Non é vero che ogni popolo, ogni nazione, ha diritto al proprio stato! Al contrario, è la permanenza e stabilità di uno stato a far sì che, nel tempo, il popolo di quello stato senta di essere "nazione".
Dante combattè a Campaldino contro gli aretini. Questo perchè allora, lo sfacelo medievale del potere del precedente stato ha permesso il formarsi di piccoli stati, l'avvento di "città-stato" come nell'antica Grecia. Ricordo di aver visto più di una volta l'Archian rubesto di cui parla Dante nel V canto del Purgatorio, è nel Casentino e nasce sovra l'ermo, di Camaldoli, dove mi recavo a pregare da ragazza per almeno 10 giorni, appena tornata dai miei viaggi in America e in Europa, e mi sembrava di risentire ancora l'eco della battaglia di Campaldino, assorta nella quiete panica, al riparo dell'ombra delle pievi antiche.
2) La pretesa dello Stato di essere" sovrano e indipendente", cioè:  di non riconoscere autorità al di sopra di sè nè di permettere autorità e poteri maggiori dei propri entro il proprio territorio, sfocia logicamente (e senza altra possibilità) nel fatto che lo stato si arroga il diritto di farsi giustizia da sè (donde rappresaglie, ultimatum, e guerre) nei riguardi di altri stati; e nel fatto di "comandare" ed esigere obbedienza coattivamente all'interno del singolo stato.
Insomma; se riconosciamo alla Spagna "sovranità e indipendenza" la questione catalana dobbiamo aspettare che si risolva internamente con la forza, con la vittoria del più forte. Se pensiamo invece che sia giusto prevenire eventuale sedizione, o addirittura guerra civile intervenendo prima che sia troppo tardi, allora vuol dire che non riteniamo davvero che la Spagna sia uno stato "sovrano e indipendente".
Ricordo che Kant osserva anche la differenza tra "pax" e "foedus" nella stessa etimologia. Se la "pax" è l'insieme dei patti che pongono fine alla competizione bellicosa instaurando rapporti pacifici tra diverse entità, il "foedus" non solo instaura rapporti pacifici, ma addirittura di "collaborazione" tra entità precedentemente in conflitto (flagrante o in potenza). Pensiamo alla Francia e alla Germania. Pensiamo alle guerre per la supremazia in Europa tra Francia, Spagna, Inghilterra, Impero Asburgico...
Venendo alla Catalogna (o alla contrapposizione belga valloni/fiamminghi, o alle tendenze separatiste in Scozia, o anche al referendum in Veneto e Lombardia per chiedere pià "autonomia")  possiamo dire solo "sic stantibus rebus", cioè: finchè si insiste nel proclamare la" sovranità"dei cosiddetti stati  "nazionali", hanno ragione i nazionalisti, ha ragione il governo centrale spagnolo, ecc. E che è stata mai la "guerra di secessione americana" costata a quei tempi (di ben minore popolazione) cica 600 mila morti se non il tentativo represso di non riconoscere la sovranità federale sui governi dei singoli stati? Lo Stato, se si bollano di ingenua "utopia" le proposte dei federalisti, ha ragione di impiegare la forza (quale extrema ratio ) per impedire non solo la secessione, ma anche il privilegio di speciale "autonomia".
avatar
marisella
-----------
-----------

Maschile Numero di messaggi : 1270
Località : sasso marconi
SCALA DI DAWKINS :
70 / 7070 / 70

Data d'iscrizione : 24.05.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Catalogna, il parlamento dichiara l’indipendenza dalla Spagna

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum